Login con

Politica e Sanità

16 Novembre 2011

La spesa convenzionata continua a scendere


Continua a scendere la spesa farmaceutica netta a carico del Servizio sanitario nazionale nei primi 11 mesi del 2008. Nel periodo gennaio-novembre dello scorso anno si è registrato un calo dell''1,5% rispetto allo stesso periodo del 2007, con una spesa di 10.423 milioni di euro, pari a 177,42 euro per ciascun cittadino italiano. A fronte del calo - rende noto Federfarma - si continua a registrare un sensibile aumento del numero delle ricette: +5% rispetto agli stessi mesi del 2007. Nei primi undici mesi del 2008 le ricette sono state oltre 505 milioni, pari a 8,6 ricette per ciascun cittadino. Le confezioni di medicinali erogate a carico del SSN sono state oltre 925 milioni, con un aumento di circa il 3,7% rispetto allo stesso periodo del 2007. Ogni cittadino italiano ha ritirato in farmacia in media 15,7 confezioni di medicinali, sempre a carico del SSN. Nel mese di novembre 2008 la spesa ha fatto registrare un calo dell''8,1% rispetto a novembre 2007. In calo anche il numero delle ricette, -3%, legato essenzialmente al fatto che il mese di novembre nel 2008 ha avuto un giorno lavorativo in meno rispetto al 2007. Il fatto che, nonostante l''aumento del numero delle ricette, nel periodo gennaio-novembre si sia verificato un calo di spesa è dovuto alla riduzione del valore medio delle ricette stesse (-6,2%), cioè al fatto che vengano prescritti farmaci di prezzo mediamente più basso (il prezzo medio è di 12,59 euro, a fronte di 13,12 euro dei primi undici mesi del 2007). L''aumento del numero delle ricette è generalizzato in tutte le Regioni, mentre sul fronte dell''andamento della spesa la situazione è diversificata. Particolarmente evidente la diminuzione in Sicilia (-5%) e nel Lazio (-4,5%), mentre la spesa aumenta in Puglia e in Piemonte (+3,3%). Dati, spiega Federfarma, legati a doppio nodo con le diverse misure varate a livello regionale. Le farmacie continuano a dare un rilevante contributo al contenimento della spesa, oltre che con la diffusione degli equivalenti e con la tempestiva fornitura dei dati analitici dei medicinali erogati in regime di SSN, anche con lo sconto al Servizio sanitario nazionale.

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

AZIENDE

Piedi stanchi e gambe affaticate?

Piedi stanchi e gambe affaticate?

A cura di Tecniwork

Si è riunito oggi il Consiglio di Amministrazione dell’Agenzia Italiana del Farmaco, convocato e presieduto dal nuovo Presidente Robert Giovanni Nisticò. Via libera al regolamento che disciplina...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top