Login con

Politica e Sanità

16 Novembre 2011

Sì del Senato ai nuovi servizi


Nella seduta del 26 febbraio, il Senato ha esaminato e approvato, senza modifiche rispetto al testo uscito dalle Commissioni, l’articolo 9 dell’AS 1082. I primi due commi dell’articolo contengono, come noto, una delega al Governo per l’individuazione dei servizi socio-sanitari delle farmacie

Sono così stati respinti gli emendamenti presentati in aula, ma l’emendamento 9.17, a firma del Senatore Luigi D’Ambrosio Lettieri, è stato trasformato in un ordine del giorno poi accolto dal Governo. L’emendamento 9.17 era volto a eliminare l’incompatibilità di cui all’art. 102 TULS, rendendo così possibile l’esercizio in farmacia delle professioni sanitarie a eccezione di quelle che abilitano alla prescrizione. In questo modo, per esempio, sarebbe possibile in farmacia l’opera dell’infermiere. “E’ senz’altro una conclusione positiva” ha commentato D’Ambrosio Lettieri. “La modifica al TULS contenuta nell’emendamento ora trasformato in ordine del giorno è un logico complemento a misure che mirano ad ampliare i servizi resi al cittadino dalla farmacia, la cui approvazione saluto con favore”.

Il testo approvato dal Senato prevede dunque i seguenti nuovi compiti delle farmacie:

a) assicurare, nel rispetto di quanto previsto dai singoli piani regionali socio-sanitari, la partecipazione delle farmacie al servizio di assistenza domiciliare integrata a favore dei pazienti residenti nel territorio della sede di pertinenza di ciascuna farmacia, a supporto delle attività del medico di medicina generale, anche con l’obiettivo di garantire il corretto utilizzo dei medicinali prescritti e il relativo monitoraggio, al fine di favorire l’aderenza dei malati alle terapie mediche;

b) collaborare ai programmi di educazione sanitaria della popolazione realizzati a livello nazionale e regionale, nel rispetto di quanto previsto dai singoli piani regionali socio-sanitari;

c) realizzare, nel rispetto di quanto previsto dai singoli piani regionali socio-sanitari, campagne di prevenzione delle principali patologie a forte impatto sociale, anche effettuando analisi di laboratorio di prima istanza nei limiti e alle condizioni stabiliti con decreto del Ministro del lavoro, della salute e delle politiche sociali, d’intesa con la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano, restando in ogni caso esclusa l’attività di prelievo di sangue o di plasma mediante siringhe;

d) consentire, nel rispetto di quanto previsto dai singoli piani regionali socio-sanitari, la prenotazione in farmacia di visite ed esami specialistici presso le strutture pubbliche e private convenzionate, anche prevedendo la possibilità di pagamento delle relative quote di partecipazione alla spesa a carico del cittadino e di ritiro del referto in farmacia; Il testo prevede anche che queste attività siano remunerati  “da parte del Servizio sanitario nazionale entro il limite dell’accertata diminuzione degli oneri derivante, per il Servizio sanitario nazionale, per le regioni e per gli enti locali, dallo svolgimento delle suddette attività da parte delle farmacie, e comunque senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica”. “Su questo provvedimento la Federazione potrà cominciare a costruire il progetto di farmacia come centro di servizi illustrato nel Documento sulla professione” ha commentato il presidente della FOFI, Andrea Mandelli.

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Detersione naso e occhi per bambini e adulti

Detersione naso e occhi per bambini e adulti


Angela Margiotta farmacista e presidente dell’associazione Farmaciste Insieme, nel giorno di San Valentino ha pubblicato un post sui social sul supporto alle...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top