Login con

Politica e Sanità

16 Novembre 2011

Non c''� contraffazione in farmacia


Il servizio farmaceutico è difficilmente penetrabile dalla contraffazione, come provano anche i sequestri degli ultimi giorni. Il vero pericolo, come da tempo sostiene la Federazione degli Ordini dei farmacisti italiani (FOFI), è la creazione di un circuito parallelo e illegale

Questa la dichiarazione di Andrea Mandelli, presidente della FOFI, a commento delle recenti operazioni di doganieri e polizia che hanno portato, nei giorni scorsi, al sequestro di migliaia di confezioni di steroidi anabolizzanti, copie di farmaci per la disfunzione erettile e altre ancora. Mandelli sottolinea l''efficienza dei controlli condotti in Italia sulla filiera del farmaco, "il cui merito spetta anche alla positiva azione della Agenzia italiana del farmaco". Il pericolo, molto spesso, però, è esterno alla filiera. "Per esempio per i farmaci impiegati nel doping, in particolare quando si tratta di aumentare la massa muscolare, i principali canali di approvvigionamento sono le palestre e i personal trainer o sedicenti tali. Vi è poi un''area grigia di prodotti che farmaci non sono, ma vantano proprietà curative, spesso commercializzati facendosi aiutare da una vena di esotismo. Ricordo che già alla fine degli anni novanta, il British Medical Journal riportò il caso di un rimedio naturale cinese per le irritazioni cutanee che conteneva uno steroide, ovviamente non denunciato nell’etichetta. I possibili cavalli di Troia per sostanze pericolose sono innumerevoli”. Per il presidente della FOFI, accanto ai controlli occorre un''opera di educazione sanitaria intensa. "Fatta eccezione per le vere e proprie truffe ai danni del Servizio sanitario nazionale, come nel caso della Sardegna (dove era stato distribuito un farmaco salvavita senza principio attivo con il coinvolgimento di un''azienda toscana), buona parte di questo mercato illegale si giova dell''ignoranza della componente più ingenua del pubblico, che non è al corrente di che cosa sia esattamente un farmaco. Ma una quota considerevole di vittime è costituita da chi, anche parzialmente informato, è stato condizionato a considerare i medicinali alla stregua di qualsiasi bene di consumo, ragion per cui possono essere acquistati anche con modalità discutibili purch�, come si dice in gergo, ci sia il prezzo. Ma un farmaco non è un telefonino".

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Benessere e salute femminile - Kistinox

Benessere e salute femminile - Kistinox

A cura di Uriach

Prove crescenti hanno suggerito un ruolo della lipoproteina(a) sia nella malattia cardiovascolare aterosclerotica che nella stenosi aortica

A cura di Paolo Levantino - Farmacista clinico

 
chiudi

©2023 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top