Login con

Politica e Sanità

16 Novembre 2011

Come cambia l’ECM


Cambierà il mercato legato all''Educazione continua in medicina (Ecm). Le aziende del settore sono pronte a puntare forte e a investire "tra il 30 e il 50% delle risorse destinate all''Ecm sulla formazione a distanza (Fad)", il cosiddetto aggiornamento e-learning rivolto a medici, farmacisti e operatori della sanità. A illustrare i nuovi scenari in materia sono tre aziende di punta del settore, Elsevier Health Sciences, Springer e Gruppo Cic, che, seppur con stime variabili, sono pronte a scommettere che i prossimi anni saranno sempre più caratterizzati da nuovi modelli di formazione. "Novità che permetteranno di ridurre i costi, senza penalizzare la qualità del prodotto formativo". "La Fad - spiega Michela Perrotta, responsabile Ecm Unit Elsevier, provider accreditato presso il Sistema nazionale Ecm - rappresenta certamente il futuro della formazione. Uno strumento su cui, in prospettiva, verranno destinate almeno il 50% delle risorse per la formazione. Al momento, però, è  ancora in una fase sperimentale. Attendiamo infatti che il ministero ci fornisca linee guida e regole certe in materia". Uno dei nodi riguarda i criteri di accreditamento dei provider”. Al momento - spiega l''esperta - ad esempio non è previsto l''accreditamento nazionale per i progetti legati alla formazione a distanza, ma solo una forma di accreditamento regionale. Con questi scenari, è chiaro che le aziende del settore si preparano ad investire in questa direzione. Sulla stessa lunghezza d''onda anche Roberto Circià, responsabile Ecm della Springer, casa editrice e provider di spicco del settore. "L''interesse verso la Fad - spiega - è già significativo e lo spostamento di risorse sarà importante, nell''ottica del 30-40% del budget. Basti pensare che nel nostro piano formativo di quest’anno su 20 eventi gi accreditati 15 sono Fad". Più tiepido rispetto alla formazione a distanza  invece Raffaele Salvati, direttore del Gruppo Cic, da oltre trenta anni nel settore editoriale dedicato alla formazione dei medici e promotore di eventi formativi. "E'' presumibile - spiega - che una volta entrata a regime la Fad andrà ad occupare circa il 30% del mercato. Più che a uno spostamento di risorse però - spiega - penso a uno stanziamento di budget aggiuntivi da parte delle aziende, soprattutto quelle farmaceutiche che sponsorizzano gli eventi".

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Supportare i professionisti sanitari

Supportare i professionisti sanitari

A cura di CGM Italia

Il disturbo gastrico più diffuso è dispepsia funzionale e anche uno dei motivi più frequenti per cui si chiede consiglio al farmacista. Bayer lancia in Italia un farmaco Sop a base...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top