Login con

Farmaci e dintorni

23 Settembre 2015

Nuove raccomandazioni per l'utilizzo di Asa a basse dosi in prevenzione primaria


I benefici dell' Asa a basse dosi nella prevenzione primaria di eventi cardiovascolari superano i potenziali rischi solo nella fascia di età tra i 50 e i 59 anni. E' firmata U.S. Preventive Services Task Force, il gruppo indipendente di esperti statunitensi in cure primarie e prevenzione incaricato di produrre raccomandazioni per supportare il processo decisionale medico-sanitario, una nuova revisione che circoscrive a questo gruppo di potenziali pazienti l'utilità dell'acido acetilsalicilico nella prevenzione primaria delle malattie cardiovascolari. La raccomandazione nella fascia di età 50-59 è per adulti che abbiano, nei dieci anni successivi, il rischio di malattia cardiovascolare pari o superiore del 10 per cento, calcolato in base a età, diabete, colesterolo totale e HDL, e che non siano esposti a loro volta al pericolo di eventi emorragici. Nella stessa fascia di età e negli stessi soggetti a rischio cardiovascolare, l'U.S. Task Force conferma anche un vantaggio dell'Asa nella prevenzione del tumore del colonretto se assunta per un tempo prolungato, tra i 5 e i 10 anni. Nessuna evidenza di benefici, invece, in soggetti a rischio di tumore ma non di malattie cardiache. In altre fasce di popolazione i dati non sono altrettanto conclusivi. Quindi se nelle vecchie raccomandazioni si consigliava la terapia con Asa indipendentemente dall'età, nelle nuove le indicazioni si restringono per evitare i danni potenziali. Il documento ufficiale della U.S. Preventive Services Task Force è stato aggiornato sulla base di una revisione degli studi su rischi e benefici dell'impiego di Asa nella prevenzione di eventi cardiovascolari e tumore del colon retto. Nel dettaglio, la Task Force governativa ha deciso che tra i 60 e i 69 anni la prescrizione di acido acetilsalicilico a basse dosi deve essere adottata su base individuale, caso per caso. Nei soggetti sotto i 50 anni di età, e sopra i 70, l'utilizzo del farmaco non è raccomandato perché non porta benefici tali da bilanciare i rischi. L'American Heart Association e l'American Stroke Association invece suggeriscono l'uso del farmaco nei soggetti con un rischio cardiovascolare a 10 anni compreso tra il 6 e il 10 per cento, l'American Diabetes Association ne consiglia l'assunzione in prevenzione primaria in caso di diabete di tipo 1 e 2 e un rischio per malattia cardiaca a 10 anni superiore al 10 per cento ,ma non negli uomini sotto i 50 di età e nelle donne sotto i 60 anni. L'American College of Chest Physicians ha espresso parere favorevole sopra i 50 anni in prevenzione primaria anche in assenza di sintomi. La Food and Drug Administration, però, si è finora opposta alla decisione di etichettare l'Asa come farmaco indicato nella prevenzione primaria delle malattie cardiovascolari. Nessuna società scientifica raccomanda per ora l'impiego di acido acetilsalicilico a basse dosi per evitare l'insorgenza di tumore del colon-retto. L'American Cancer Society ha espresso addirittura il suo parere contrario, mentre l'American gastroenterological association lo raccomanda solo in soggetti con aumentato rischio.

Marvi Tonus

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Pronto sollievo in caso di naso chiuso,  raffreddore, sinusiti

Pronto sollievo in caso di naso chiuso, raffreddore, sinusiti


Ammonta a quasi 37 miliardi, nel 2022, la spesa sanitaria out of pocket, sborsata cioè direttamente dai cittadini, in aumento rispetto al 2021. L’analisi della Fondazione Gimbe 

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top