Login con

Farmaci e dintorni

06 Maggio 2016

Antipsicotico aumenta rischio di pulsioni incontrollabili, da Fda alert su sicurezza


Secondo un avviso di sicurezza appena pubblicato dalla Food and Drug Administration (Fda) sul suo sito istituzionale, l'aripiprazolo, un farmaco antipsicotico commercializzato negli Stati Uniti con i nomi di Abilify, Abilify Maintena e Aristada, può associarsi a stimoli compulsivi o incontrollabili come giocare d'azzardo, mangiare, fare sesso o fare shopping. L'aripiprazolo è un farmaco usato per trattare disturbi mentali tra cui la schizofrenia, il disturbo bipolare, il disturbo di Tourette e l'irritabilità da disturbi autistici, ma anche per stabilizzare l'umore o ridurre gli stati allucinatori e altri sintomi psicotici come il pensiero disorganizzato.

Sull'etichetta del medicinale, un agonista parziale della dopamina, si legge già adesso un avviso riguardante il gioco d'azzardo compulsivo, ma anche se questa patologia è elencata come effetto collaterale, secondo la Food and Drug Administration la sua descrizione non rispecchia del tutto la natura del rischio. Inoltre, l'ente governativo statunitense sottolinea che in etichetta non è riportato alcunché riguardo altri comportamenti compulsivi connessi all'uso dell'aripiprazolo, tra cui l'alimentazione, lo shopping e il sesso, disturbi che possono colpire chiunque stia assumendo il farmaco. Di conseguenza, la Fda ha disposto di aggiungere nuove avvertenze sia all'etichetta del medicinale sia alle indicazioni terapeutiche ad uso dei pazienti per tutti i prodotti a base di aripiprazolo. Dalla sua approvazione, avvenuta nel 2002, sono stati segnalati 184 casi di comportamenti compulsivi in adulti e bambini, si legge nel comunicato, che suggerisce ai medici di avvisare i pazienti del rischio di pulsioni incontrollabili nel prescrivere il farmaco. Secondo l'avviso di sicurezza della Fda, i pazienti che corrono i rischi maggiori sono quelli con storia personale o familiare di disturbo ossessivo-compulsivo o bipolare, di alcolismo, di abuso di droghe o di altri comportamenti di dipendenza. In caso di comparsa di comportamenti patologici, i medici dovrebbero prendere in considerazione una riduzione del dosaggio o la sospensione del farmaco.

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Libera il naso e protegge la mucosa

Libera il naso e protegge la mucosa


La Francia, pochi giorni fa, ha avanzato una proposta per incrementare gli sforzi volti a ricollocare la produzione di farmaci considerati essenziali a livello europeo

A cura di Cristoforo Zervos

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top