Login con

Farmaci e dintorni

10 Maggio 2016

Abuso di antidiarroici per astinenza da oppiacei, l’allarme negli Usa


Il caso clinico di un ventiquattrenne statunitense con storia di dipendenza da oppiacei portato in pronto soccorso per un arresto respiratorio potrebbe sembrare uno dei tanti, ma è invece stato pubblicato sulle pagine degli Annals of Emergency Medicine per un insolito particolare: accanto al paziente sono state trovate mezza dozzina di scatole vuote di loperamide, un farmaco antidiarroico. Gli autori del case report ipotizzano che il composto sia collegato all'abuso di sostanze, magari per alleviare i sintomi della dipendenza. Dotazione obbligata dei viaggiatori all'estero per la sua capacità di bloccare la diarrea in tempi rapidi, il farmaco è ora al centro dell'attenzione degli esperti statunitensi: secondo medici e farmacisti nordamericani, infatti, la loperamide viene usata sempre più spesso per ridurre i sintomi della dipendenza da antidolorifici oppiacei come idrocodone e ossicodone, oppure per ottenere un'euforia chimica.

«L'elevata accessibilità al medicinale, da banco e di basso costo, nonché la mancanza di stigma sociale contribuiscono al potenziale di abuso» esordisce William Eggleston, autore dello studio e farmacista all'Upstate New York Poison Center, che assieme ai colleghi definisce pericoloso l'abuso di loperamide. Certo, il principio attivo del farmaco è un oppiaceo, anche se con un meccanismo d'azione confinato all'intestino. Tant'è che dagli studi registrativi sottoposti alla Food and Drug Administration per l'approvazione del medicinale nel 1970, era emerso un basso rischio di dipendenza a causa, si supponeva, di uno scarso passaggio della barriera ematoencefalica. Ma ora le cose sembrano diverse, e nel 2013 la loperamide si è guadagnata sul web il soprannome di metadone dei poveri, con picchi di auto-somministrazione tra 70 e 100 milligrammi contro i 16 al massimo raccomandati giornalmente contro la diarrea. «Le persone in cerca di forme di auto-trattamento dei sintomi di astinenza o a caccia dello sballo eccedono pesantemente nei dosaggi, con conseguenze anche mortali» conclude Eggleston.

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

AZIENDE

La protezione efficace per vivere il sole

La protezione efficace per vivere il sole

A cura di Viatris

La ventisettesima edizione di Cosmofarma Exhibition in programma a BolognaFiere dal 19 al 21 aprile 2024 è accompagnata dal claim “Cura. Ispirazione. Evoluzione” e dal payoff valore umano per...

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top