Login con

Farmaci e dintorni

25 Maggio 2016

Antidepressivi, spesso prescritti off label: insonnia, dolore ed emicrania


In uno studio pubblicato su Jama, Jenna Wong della McGill University di Montreal, in Canada, e colleghi hanno analizzato le indicazioni di trattamento degli antidepressivi valutandone le tendenze prescrittive. «L'uso di questi farmaci negli Stati Uniti è aumentato negli ultimi due decenni, probabilmente a causa del fatto che i medici di medicina generale sono propensi a prescriverli anche per indicazioni cosiddette off-label, ossia non approvate dalle autorità regolatorie» scrivono gli autori, che per approfondire l'argomento hanno valutato i dati delle cartelle cliniche elettroniche utilizzate dai generalisti che assistono i residenti di due grandi centri urbani in Quebec. «Lo studio ha incluso le prescrizioni per qualsiasi antidepressivo, a eccezione degli inibitori delle monoaminoossidasi (Imao), fatte per gli adulti tra gennaio 2006 e settembre 2015» riprende la ricercatrice, spiegando che i medici partecipanti allo studio dovevano documentare almeno una indicazione al trattamento prescritto utilizzando un menu a tendina contenente un elenco o digitandone una direttamente nella maschera di raccolta dati.

Durante il periodo di osservazione sono state effettuate 101.759 prescrizioni di antidepressivi, pari al 6% di tutte le prescrizioni effettuate, da 158 medici per 19.734 pazienti. Di queste, tuttavia, solo il 55% aveva la depressione come indicazione. «In altri termini, i generalisti che hanno preso parte allo studio hanno prescritto antidepressivi anche per i disturbi d'ansia (18,5%), per l'insonnia (10%), per le sindromi da dolore cronico (6%) e per gli attacchi di panico (4%)» precisano gli autori, spiegando che nel 29% di tutte le prescrizioni di antidepressivi l'indicazione era off-label, specie per insonnia e dolore, ma anche per motivi come l'emicrania, i sintomi vasomotori della menopausa, la sindrome da deficit di attenzione/iperattività e i disturbi dell'apparato digerente. «Questi risultati indicano che in molti casi gli antidepressivi non vengono usati solo per curare la depressione, mettendo in evidenza la necessità di ulteriori studi sull'uso off-label di questi farmaci» conclude Wong.

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Tutto il piacere del sole, senza pensieri - Carovit

Tutto il piacere del sole, senza pensieri - Carovit

A cura di Viatris

"Tra i vari dati che presento oggi in Parlamento ci sono quelli relativi agli accessi nelle strutture di emergenza su tutto il territorio nazionale nel 2022, con oltre il 40% di codici bianchi e...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top