Login con

Farmaci e dintorni

16 Dicembre 2016

Alzheimer, studio di Jama: da statine una riduzione del rischio


Secondo uno studio pubblicato su Jama Neurology che ha analizzato i dati Medicare, l'impiego di statine si associa a una riduzione del rischio di malattia di Alzheimer (AD) che varia in base al tipo di statina e all'etnia del paziente. «Risultati che vanno confermati da studi clinici ulteriori» sottolinea la coautrice Julie Zissimopoulos, dell'Università della California meridionale a Los Angeles, ricordando che precedenti ricerche avevano suggerito un'associazione protettiva tra statine e Alzheimer. Per approfondire l'argomento i ricercatori hanno analizzato i dati relati vi a circa 400.000 assistiti Medicare in trattamento con statine, allo scopo di verificare la presenza di un'associazione tra i farmaci ipolipemizzanti e l'insorgenza di malattia di Alzheimer. «Abbiamo preso in esame l'esposizione elevata o moderata alle statine, considerando i quattro tipi prescritti più di frequente: simvastatina, atorvastatina, pravastatina e rosuvastatina» riprende l'autrice.

E dai risultati ottenuti emerge che un'elevata esposizione alle statine si associa a una riduzione del 15% del rischio di Alzheimer per le donne e del 12% per gli uomini, con tassi variabili per etnia e genere. In altri termini, il rischio di malattia di Alzheimer risulta ridotto tra gli uomini ispanici, le donne e gli uomini caucasici e tra le donne di colore. Viceversa, nessuna differenza significativa è emersa per gli uomini di colore con esposizione alle statine bassa o elevata. Scendendo nel particolare, un'elevata esposizione alla simvastatina è stata associata a un minor rischio di malattia di Alzheimer per le donne bianche, ispaniche e nere, così come gli uomini bianchi e ispanici. Per l'atorvastatina, un'elevata esposizione risulta associata a un rischio ridotto di malattia di Alzheimer tra le donne bianche, nere e ispaniche e tra gli uomini ispanici. Infine, pravastatina e rosuvastatina si associano a un rischio ridotto nelle donne bianche. «Una limitazione notevole dello studio è che non può stabilire nessi di causalità» riprende Zissimopoulos, ipotizzando che, se questi dati verranno confermati, il trattamento con una specifica statina potrebbe ridurre il rischio di malattia di Alzheimer.

Jama Neurology 2016. Doi: 10.1001/jamaneurol.2016.3783 http://jamanetwork.com/journals/jamaneurology/fullarticle/10.1001/jamaneurol.2016.3783

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Produzione cosmetica: da un'idea allo scaffale

Produzione cosmetica: da un'idea allo scaffale

A cura di Naturlabor

Che cos'è il burnout?  che conseguenze ha sul lavoratore? quando diventa malattia mentale? A queste domande risponde Muzio Stornelli  responsabile scientifico e...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top