Login con

Farmaci e dintorni

20 Settembre 2017

Diabete 2, nessuna differenza tra pioglitazone e sulfoniluree in aggiunta alla metformina


Nei pazienti con diabete di tipo 2 non completamente controllati con metformina, il trattamento addizionale con sulfoniluree o pioglitazone non presenta differenze significative in termini di efficacia e sicurezza nel lungo periodo. È quanto conclude TOSCA.IT uno studio italiano multicentrico in aperto appena pubblicato su The Lancet Diabetes & Endocrinology, prima autrice Olga Vaccaro, del Dipartimento di medicina e chirurgia clinica all'Università Federico II di Napoli. Oltre 3.000 pazienti residenti in Italia di età compresa tra 50 e 75 anni con livelli di emoglobina glicata (HbA1c) del 7-9% nonostante la terapia con metformina sono stati randomizzati ad aggiungere pioglitazone oppure una sulfonilurea come gliclazide o glimepiride al loro trattamento. I partecipanti sono stati seguiti in media per quasi 5 anni e l'esito primario, un composito di mortalità cardiovascolare e per qualsiasi causa o rivascolarizzazione urgente, si è verificato nel 7% dei soggetti in ciascun gruppo. Allo stesso modo non sono state osservate differenze significative né nei singoli componenti dell'esito primario, ossia morte improvvisa, infarto miocardico fatale o non fatale, ictus fatale o non fatale, amputazione della gamba sopra la caviglia e qualsiasi rivascolarizzazione delle arterie coronarie, arti inferiori o carotide, né nella prevalenza di scompenso cardiaco, cancro della vescica o fratture ossee. «Entrambi i trattamenti sono opzioni appropriate per quanto riguarda l'efficacia e gli eventi avversi, anche se il pioglitazone è stato associato con un numero minore di eventi ipoglicemici» concludono i ricercatori, che in contemporanea alla pubblicazione hanno presentato TOSCA.IT al congresso dell'European Society for the Study of Diabetes, svoltosi a Lisbona dall'11 al 15 settembre. «Questi risultati colmano un vuoto di conoscenza, fornendo elementi per comprendere come utilizzare al meglio sufoniluree e pioglitazone» sottolinea in un editoriale di commento Vivian Fonseca, del Tulane University Health Sciences Center di New Orleans.

Lancet Diabetes Endocrinol. 2017. doi: 10.1016/S2213-8587(17)30317-0
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28917544

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

AZIENDE

La nuova gamma Pesoforma Extra Protein

La nuova gamma Pesoforma Extra Protein


ENPAF approva il Bilancio 2023 con utile di oltre 200 milioni di euro, il numero degli iscritti, pari a poco più di 100 mila unità, è in leggero aumento e anche le pensioni erogate (26.695 + 1,8%...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top