Login con

Farmaci e dintorni

21 Novembre 2017

Cannabis terapeutica online, ricerca Usa: variazioni di contenuto in molti prodotti


Tra i prodotti contenenti cannabidiolo (CBD) venduti online c'è una vasta gamma di concentrazioni del principio, e molti di questi prodotti sono sotto o sovraetichettati, secondo una lettera di ricerca pubblicata sul Journal of the American Medical Association. «C'è una crescente richiesta di consumo di cannabidiolo, un costituente della pianta della cannabis, a causa dei suoi presunti benefici medicinali per varie patologie mediche. Gli estratti viscosi di origine vegetale, sospesi in olio, alcol (tintura) o liquido di vaporizzazione, rappresentano la maggior parte del mercato al dettaglio per il cannabidiolo. Le discordanze tra le leggi federali e statali sulla cannabis hanno portato a una regolamentazione e a un controllo inadeguati, causando un'etichettatura non accurata di alcuni prodotti» afferma Marcel Bonn-Miller, della University of Pennsylvania Perelman School of Medicine a Philadelphia. I ricercatori hanno esaminato la precisione delle etichette dei prodotti contenenti cannabidiolo venduti online, identificando 84 prodotti disponibili per l'acquisto al dettaglio che contenevano la sostanza come indicato sulla confezione, ordinandoli e conservandoli secondo le istruzioni di imballaggio o in un luogo fresco e asciutto. Entro due settimane dal ricevimento tutte le etichette sono state sostituite con identificatori in cieco e inviati a un centro di analisi per la determinazione del contenuto in cannabidiolo. I ricercatori hanno scoperto che la concentrazione osservata del principio variava da 0,1 a 655,27 mg/ml; la concentrazione media etichettata era di 15 mg/ml. Nel complesso, il 42,85% dei prodotti era sotto-etichettato, il 26,19% era sovra-etichettato, e il 30,95% era etichettato accuratamente. Vi era una variazione dell'esattezza dell'etichettatura a seconda del tipo di prodotto, e i liquidi di vaporizzazione risultavano più frequentemente etichettati in modo errato, mentre gli olii erano più spesso etichettati accuratamente. La concentrazione di cannabinoidi non etichettati era generalmente bassa, ma è stato rilevato acido Ä-9-tetraididrocannabidiolico (fino a 6,43 mg/ml) in 18 dei campioni. «Questi risultati evidenziano la necessità di standard di produzione e di collaudo e di sorveglianza dei medicinali prodotti a partire dalla cannabis» concludono gli autori.

JAMA. 2017. doi:10.1001/jama.2017.11909
https://jamanetwork.com/journals/jama/article-abstract/2661569

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Protegge dalla stagione fredda aumentando le difese immunitarie

Protegge dalla stagione fredda aumentando le difese immunitarie

A cura di Lafarmacia.

Corsi di primo soccorso e dell’uso del defibrillatore dedicati ai farmacisti di Lecce e provincia, che aiutano a rendere la zona cardio-protetta

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top