Login con

Fitoterapia

28 Novembre 2014

Estratto secco titolato: ecco come si prepara in farmacia


La moderna fitoterapia è sempre più votata all'uso degli estratti secchi titolati, in grado di offrire effetti riproducibili e quantificabili. Essi sono caratterizzati da un contenuto ben definito di costituenti ad attività terapeutica nota, i cosiddetti marker terapeutici. È possibile riprodurre una siffatta tipologia di estratti all'interno di un laboratorio di farmacia seguendo le NBP e utilizzando le metodiche offerte dalla tecnica erboristica. Si parte dalla droga vegetale, generalmente essiccata e opportunamente sminuzzata. Una scheda tecnica ne accerta provenienza, sicurezza, parametri organolettici e microbiologici. Si passa poi all'estrazione in fase liquida utilizzando di solito un solvente idroalcolico di grado compreso tra 30 e 70° v/v. Le metodiche tradizionali per ottenere un estratto fluido prevedono l'uso di un percolatore nel quale la droga viene posta a macerare, ricoperta dal solvente di estrazione. Lo stesso viene fatto poi fluire dall'alto verso il basso aprendo il rubinetto di percolazione sino ad esaurimento della droga stessa. I metodi possono essere diversi ma il risultato finale dovrà essere una soluzione con un DER (rapporto tra la quantità di droga utilizzata e quella di estratto ottenuto) di 1:1. Nell'estratto secco questo rapporto è di almeno 4:1 ed il suo contenuto di H2O non superiore al 5% in quanto dal percolato il liquido viene allontanato per evaporazione sotto vuoto. Si utilizza a questo scopo un concentratore sotto vuoto, obbligatorio per le farmacie che producono estratti. Il residuo solido che rimane viene congelato e triturato, e poi aggiunto di maltodestrine (supporto inerte) al fine di ottenere un estratto secco del titolo desiderato. L'estrazione con un dato solvente porta a proporzioni tipiche dei costituenti caratteristici della materia prima. Durante la produzione degli estratti possono essere applicate procedure di purificazione che aumentano queste proporzioni rispetto ai valori attesi; questi estratti sono definiti purificati. Solitamente il processo di purificazione prevede un preliminare frazionamento cambiando il pH dell'estratto. È possibile ulteriormente raffinare le frazioni ottenute concentrandole nei singoli componenti mediante tecniche cromatografiche in fase liquida. Dagli estratti purificati si passa così alla frazione omologa purificata, che può avere attività terapeutica anche molto diversa rispetto l'estratto totale. In questo modo si separano ad esempio i triterpeni dalla Centella o gli antocianosidi dal Mirtillo, entrambi diventati dei farmaci registrati ad attività flebotonica.

Angelo Siviero
Farmacista esperto in fitoterapia e galenica
info@fitovallee.com

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Il benessere parte dalla testa

Il benessere parte dalla testa

A cura di Lafarmacia.

La Commissione Europea ha annunciato il lancio di due importanti progetti volti a sostenere le priorità dell'UE per la salute della popolazione finanziati con 126...

A cura di Cristoforo Zervos

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top