Login con

Galenica

15 Settembre 2017

Captopril per uso pediatrico: aiuta un bambino!


Il captopril è stato il primo inibitore selettivo, attivo per via orale, dell'enzima di conversione peptidil dipeptidasi (ACE = angiotensin converting enzyme). L'effetto ipotensivo del captopril risulta dalla diminuzione delle resistenze periferiche e del volume circolante con conseguente abbassamento della pressione arteriosa.

Poiché, a differenza di altri vasodilatatori anti-ipertensivi, non induce tachicardia riflessa o ritenzione salina o idrica, viene anche utilizzato in pediatria per trattare le insufficienze cardiache. Infatti, il captopril riduce sia pre-carico che il post- carico cardiaco, migliorando totalmente il quadro emodinamico dello scompenso; altro aspetto interessante è che questo effetto si ottiene a dosi inferiori rispetto a quelle utilizzate come antiipertensivo.
Altro aspetto che rende il captopril interessante dal punto di vista pediatrico è che non ha attività pressoria intrinseca, né sembra in grado di manifestare altre attività farmacologiche.

Nei pazienti pediatrici viene utilizzato anche per l'insufficienza renale e l'ipertensione ad essa correlata. Già nel 1986 Callis e Vila avevano dimostrato la superiorità del captopril (da 0,3 a 3mg/kg al giorno) per ridurre di oltre 20 mmHg la pressione sistolica e diastolica in pazienti pediatrici dializzati e non in grado di controllare la pressione sanguinea in modo soddisfacente.

Molto solubile in acqua ed in alcool, il captopril in polvere è relativamente stabile a temperature fino a 50 °C, mentre le soluzioni acquose sono soggette a degradazione ossidativa, che aumenta all'aumentare del pH a valori superiori a 4. La degradazione aumenta anche in presenza di ioni metallici.

Esempio di formulazione per via orale:
Materiali: bilancia, becher, bacchetta di vetro, pH metro
Captopril 100mg
Acido ascorbico 500mg
Sodio benzoato 100mg
Acqua depurata 10-20mg
EDTA tetrasodico 10mg
Sciroppo semplice 100ml
In 5-10ml di acqua bollita di fresco, solubilizzare il sodio benzoato, l'EDTA tetrasodico ed una parte di acido ascorbico, controllando il pH. Nei restanti 10ml di acqua, solubilizzare l'acido ascorbico e quindi il captopril. Unire la prima soluzione con lo sciroppo semplice e quindi aggiungere, sempre sotto agitazione, la soluzione di acido ascorbico e captopril. Controllare che il pH sia inferiore a 4 ed eventualmente aggiustare con acido ascorbico o citrico, prestando attenzione ad eventuali insolubilizzazioni. Confezionare in vetro scuro e conservare in frigo a 4°C (stabilità 56gg :Am, J Hosp, Pharm, 1994, 51(12) 1707-770)

Altro esempio sono le capsule, che in questa particolare circostanza saranno formulate come "capsule apribili", soprattutto se destinate ai bambini più piccoli.
Esempio formulativo per 100 capsule:
Materiali: bilancia, incapsulatrice tipo 2 (o 4), mortaio, pestello, spatola
Captopril 0,3 mg /capsula
Proteine del siero del latte solubili q.b.
(Lattosio 900mg per polvere titolata)
Poiché la quantità totale di captopril sarebbe di 30mg, e quindi il rischio di errore di pesata è troppo alto si effettua una polvere titolata con il lattosio (o maltodestrine, o saccarosio in caso di intolleranze). Pesati 100mg di captopril si miscelano con diluizioni progressive con 900mg di lattosio.
Di questa polvere titolata si pesano 300mg e quindi si miscelano con proteine del siero del latte solubili quanto basta fino a raggiungere il volume richiesto dalle capsule. Il volume viene controllato mediante cilindro graduato.

Al termine della preparazione si effettua test per uniformità di massa: pesare singolarmente venti unità prelevate a caso: si determina la massa media. Per accettare la preparazione, non più di due di tali masse individuali possono presentare uno scarto, rispetto alla media, superiore al 10% e nessuna uno scarto maggiore del 20%.

La dose iniziale normalmente è di 0,15-0,3 mg/kg e la prescrizione richiede ricetta ripetibile.

Luca Guizzon
Farmacista esperto di fitoterapia e Responsabile del laboratorio galenico di Farmacia Campedello
Per suggerimenti, richieste e feedback: luca@guizzon.it- www.farmaciacampedello.it

Fonti:
Clin Exp Hypertens A. 1986;8(4-5):847-51

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Benessere Intestinale: combattere la stitichezza

Benessere Intestinale: combattere la stitichezza

A cura di Coswell

La nistatina è un antimicotico utilizzato per il trattamento delle micosi di cute e mucose (incluse quelle genitali) in caso di mancanza momentanea, si può provvedere all’allestimento della forma...

A cura di Luca Guizzon (Farmacista clinico territoriale, esperto di fitoterapia)

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top