Login con

Politica e Sanità

16 Novembre 2011

Nuovi servizi in farmacia: il ruolo degli infermieri


Collaborazione tra infermieri e farmacie limitata alle prestazioni a domicilio. Non previste, invece, le prestazioni all''interno degli esercizi farmaceutici, nemmeno per le vaccinazioni, come sembrava emergere in un primo tempo. Ma la questione non è chiusa

E'' quanto si legge nello "schema di decreto legislativo" sul tema, illustrato alla Commissione Igiene e sanità di Palazzo Madama dal senatore Luigi D''Ambrosio Lettieri (Pdl), relatore del testo già approvato dal Consiglio dei ministri e che deve ora ricevere il parere delle Commissioni competenti dei due rami del parlamento e della Conferenza Stato-Regioni. Tornerà poi al Governo, delegato a mettere a punto lo schema per i nuovi servizi. La questione della presenza degli infermieri in farmacia, però, resta un punto caldo del testo. "E'' un nodo particolarmente rilevante - spiega D''Ambrosio Lettieri - si tratta di un presenza importante in termini di servizio al cittadino. E'' prevista la possibilità dell''assistenza domiciliare a beneficio dei pazienti che ne hanno diritto". Ma la possibilità di servizi in sede "farà sicuramente parte della discussione generale in Commissione (al via la prossima settimana), che porterà a formulare il parere da trasmettere a Palazzo Chigi", dice D''Ambrosio Lettieri. Sottolineando  che "senz''altro verrà posto il problema dell''opportunità che venga consentito all''infermiere, così come a tutti gli operatori della sanità a esclusione dei prescrittori (per i quali ci sarebbe un conflitto d''interessi), di operare anche in farmacia". Insomma, la Commissione potrebbe, nel suo parere, indicare l''utilità della presenza dell''infermiere in farmacia.

"Quando questa proposta è stata avanzata - ricorda il senatore - ha trovato un ampio consenso". Il provvedimento si basa su due punti principali, ricorda il relatore: primo, la tipologia dei nuovi servizi e come questi devono essere attuati; secondo, la revisione dei requisiti per la concessione dei benefici d''indennità alle farmacie rurali. "L''obiettivo del provvedimento - conclude - è quello di rafforzare la funzione della farmacia come presidio socio-sanitario del territorio. Naturalmente questa funzione può essere concretamente rilanciata nel momento in cui non c''è solo l''ampliamento dei servizi, ma anche una maggiore sinergia tra tutti i soggetti che operano nella sanità del territorio: medici di famiglia, pediatri. Ma anche gli infermieri e i fisioterapisti". La Federazione degli Ordini ritiene che la presenza dell’infermiere sia uno snodo fondamentale del progetto di una farmacia centro polifunzionale di servizi, e “si batterà perch� alle farmacie italiane sia data questa possibilità” ha commentato il presidente  Andrea Mandelli “peraltro preannunciata dallo stesso Viceministro Ferruccio Fazio. Rinnoviamo anche la richiesta che la tessera sanitaria elettronica, ormai ampiamente diffusa sul territorio nazionale, diventi uno strumento di lavoro per il farmacista, così da tenere traccia delle terapie farmacologiche seguite dal paziente al fine di migliorare la compliance e prevenire le interazioni farmacologiche”.

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

UCB ottiene il marchio CE per ava Connect

UCB ottiene il marchio CE per ava Connect

A cura di UCB

L’Assemblea delle Società Titolari di Farmacia nella sua prima riunione ha eletto un componente del Consiglio di Presidenza di Federfarma, e i componenti dell’Assemblea Nazionale di Federfarma....

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top