Login con

Politica e Sanità

16 Novembre 2011

Vaccini pandemici senza effetti collaterali


I tre vaccini contro l''influenza A approvati dall''Emea e dalla stessa Commissione europea sono sicuri e non hanno particolari effetti collaterali

E'' il messaggio lanciato sia dal commissario alla Salute Androulla Vassiliou, sia dal ministro svedese per la Sanità, Maria Larsson, per la presidenza di turno dell''Unione, al termine del Consiglio straordinario sull''influenza a Lussemburgo. "Io stessa - ha riferito Vassiliou - avevo chiesto all''Emea se potessero insorgere problemi soprattutto per bambini e donne in gravidanza". Tuttavia, ha detto, l''Emea "ha espresso un parere positivo sul vaccino, e lo ha fatta sulla base di precisi test e studi scientifici". In particolare, ha proseguito, l''agenzia "ha detto che, sulla base dei test svolti, si può procedere alla vaccinazione dei  bambini. Quanto alle donne incinte, ha detto che non si vedono ragioni per non farle". Il commissario ha però specificato che l''esperienza sui test "è maggiore" sui bambini che sulle donne in gravidanza. La responsabile UE ha però rifiutato di considerare queste ultime come categoria potenzialmente a rischio. "L''esperienza dei vaccini - ha aggiunto il ministro Larsson - è stata molto grande e positiva, non sono stati riscontrati effetti collaterali. I nostri esperti dicono che i vaccini sono sicuri, non vi sono ragioni per metterlo in dubbio". Naturalmente, ha aggiunto, "sarà necessario un attento monitoraggio". In proposito, il commissario Vassiliou ha spiegato che "l''Emea ha fornito istruzioni molto particolareggiate, ogni due settimane dovrà essere redatto un rapporto su eventuali effetti collaterali". In caso di insorgenza, "l''Emea potrà rivedere il suo parere". Quanto all’eventuale somministrazione unica del vaccino, al momento l''agenzia raccomanda una somministrazione in due dosi con tre settimane di intervallo tra la prima e la seconda. "L''Emea - ha detto Vassiliou - valuterà la prossima settimana le proposte dell''Oms. Qualora il parere dell''Emea dovesse essere modificato anche la Commissione europea (che deve avallare i pareri dell''Emea) si adeguerà". Una simile eventualità avrebbe un effetto positivo sul fronte del sostegno ai paesi sprovvisti di dosi di vaccini. Al momento sono dieci i Paesi membri dell''Ue che non dispongono di dosi o ne hanno in misura ampiamente insufficiente.

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Yes weekend! Ma con fotoprotezione Heliocare - Heliocare

Yes weekend! Ma con fotoprotezione Heliocare - Heliocare


Paola Minghetti è stata eletta per il prossimo triennio Presidente della SITELF, rinnovato anche il  Consiglio Direttivo

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top