Login con

Politica e Sanità

16 Novembre 2011

La pandemia non fa paura?


Il monitoraggio a campione segnala un aumento dei casi, ma la cittadinanza dice in maggioranza di non essere allarmata

Da alcune settimane si è passati, dietro indicazione dell’OMS, al monitoraggio a  campione, ovvero si verificano, di settimana in settimana, quanti pazienti si recano dal medico di base con un quadro simil-influenzale. Questo sistema è in uso da 10 anni e quindi si è rivelato utile a indicare l’incidenza dell’influenza sulla popolazione e ora consente i confronti che vengono diffusi: attualmente l’incidenza è 8 volte maggiore all’anno scorso nello stesso periodo. Si stima che la maggioranza dei casi di influenza siano attribuibili alla variante A/H1N1 senza che questo comporti la necessità di adottare terapie o precauzioni particolari. Il numero di casi ospedalizzati per polmoniti o complicazioni influenzali è superiore alla seconda soglia di allarme nelle 4 regioni che forniscono i dati (Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia e Lazio) tranne che per gli ultra 65enni. La fascia 5-14 anni, con un indice pari a 33,02 casi per 1000 assistiti è la più colpita; l’indice di 5,51 casi per 1000 assistiti delle malattie respiratorie acute febbrili, è il più alto degli ultimi 10 anni in Italia. Nel mondo, al 1� novembre, ci sono 199 Paesi che segnalano casi di influenza A7H1N1 con oltre 6.000 morti nell’ultima settimana. La diffusione è di 6 volte maggiore rispetto alle ultime stagioni influenzali negli USA. Si registrano casi di trasmissione dall’uomo agli animali domestici, ma per ora questo non comporta alcun rischio e alcuna modificazione per i comportamenti da tenere.

Questa variante dell’influenza rappresenta la quasi totalità dei casi registrati nei 27 Paesi d’Europa, con un’incidenza maggiore nella fascia 0-15 anni. Intanto, dai risultati dell’ultima indagine periodica del Monitor del Forum per la Ricerca Biomedica e del Censis, il 61,4% degli italiani non ha paura dell’influenza A. In generale non sono spaventati dalla pandemia soprattutto gli uomini (68,1%), i laureati (74,4%), i residenti al Nord, soprattutto quelli dei centri urbani più piccoli e i giovani. Chi non ha paura dell’influenza A ritiene che i rischi siano gonfiati dai media (37%), e che il sistema di tutela sanitaria italiano sia adeguato a fronteggiare la situazione (24%). Al Sud (quasi il 49%) e al Centro (40%) si regista una maggiore paura dei rischi legati all’influenza A. Sono più preoccupati gli anziani (47,1%) e le donne (45%), ma anche i soggetti meno scolarizzati, con al massimo la licenza elementare (51,5%) e chi dispone di redditi più bassi (quasi il 60%). In parte questo dato può essere alimentato, in questi giorni, dalla diffusione geografica dei casi rivelatisi mortali in Italia che, però, dipende da condizioni ambientali particolari.

Fabrizio Pregliasco

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Per il tono dell’umore in giovani e adulti - SameFast UP

Per il tono dell’umore in giovani e adulti - SameFast UP


Ora in libreria “Marketing Farmaceutico Strategico” (Dario Flaccovio Editore),  il nuovo testo di Michela Pallonari, consulente di marketing strategico e business coach in diverse farmacie...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top