Login con

Politica e Sanità

16 Novembre 2011

Il rinvio del TAR Lazio alla corte Europea


Dalla Federazione

Ieri si è svolta dinnanzi alla Grande Sezione della Corte di Giustizia Europea la trattazione orale del rinvio pregiudiziale C- 393/08, promosso da TAR Lazio e relativo alla compatibilità con il Trattato UE della normativa regionale in materia di orari di apertura, chiusura settimanale, servizio di guardia e ferie annuali delle farmacie. In particolare, il TAR, sospendendo il procedimento principale, ha posto alla Corte di Giustizia le due seguenti questioni pregiudiziali:
-Se sia compatibile con i principi comunitari l’assoggettamento delle Farmacie al divieto di poter rinunciare alle ferie annuali e di poter rimanere liberamente aperte anche oltre i limiti di apertura massima attualmente consentiti dalle disposizioni della legge regionale Lazio n. 26/2002 nonch� la necessità di una valutazione discrezionale obbligatoria da parte dell’ASL, con l’obbligo di consultare il sindaco, l’Ordine provinciale e l’organizzazione sindacale locale dei farmacisti, per eventuali deroghe a tali limiti;

- se sia compatibile con gli artt. 152 e 153 del Trattato [CE] l’assoggettamento del servizio pubblico farmaceutico, bench� finalizzato alla tutela della salute degli utenti, a condizioni di limitazione o divieto, come quelle stabilite dalla L.R. n. 26/2002, della possibilità di incremento orario, giornaliero, settimanale ed annuale del periodo di apertura dei singoli esercizi farmaceutici.
Durante la fase scritta della procedura di rinvio, sono intervenuti, con proprie memorie, oltre alle parti, anche il Governo ellenico, austriaco, olandese, italiano nonch� la Commissione. Tutti gli Stati intervenuti, ad eccezione del solo Governo olandese, hanno sostenuto la compatibilità della legislazione regionale italiana con il Trattato CE. Anche la Commissione europea si è espressa in tal senso, affermando che la normativa comunitaria “non si oppone ad una legislazione nazionale che limiti l’orario di apertura giornaliera, settimanale e annuale delle farmacie, salvo che non sia dimostrato che tale legislazione produce un effetto restrittivo attuale e diretto sulla libertà di stabilimento di operatori di altri Stati membri, ostacolandone o scoraggiandone l’accesso sul mercato della vendita dei prodotti farmaceutici o riducendo sensibilmente le loro possibilità di permanenza sul mercato”, ma precisando comunque che spetta al giudice nazionale accertare se tali circostanze ricorrano nel caso in questione.

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

AZIENDE

Specchiobus per la prevenzione dei tumori femminili

Specchiobus per la prevenzione dei tumori femminili

A cura di Sant'Anna

I farmaci temono il caldo e in estate, è necessario qualche accorgimento in più per conservarli correttamente. Aifa pubblica un piccolo vademecum per conservare e utilizzare correttamente i...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top