Login con

Politica e Sanità

16 Novembre 2011

Incontro costruttivo con i titolari di parafarmacia


Il Comitato Centrale della Federazione degli Ordini dei Farmacisti, guidato dal Presidente Andrea Mandelli, ha ricevuto una delegazione dei farmacisti titolari di parafarmacia rappresentati da ANPI, AssoPaCal, Essere Farmacisti e dei titolari di parafarmacia del Triveneto; alla riunione non hanno potuto essere presenti i rappresentanti di Omniasalus, che hanno però fatto pervenire un documento illustrativo della loro posizione. La discussione ha affrontato tutte le posizioni espresse dalle diverse Associazioni convenute in un clima costruttivo, e si è chiusa con il consenso sulla proposta federale che le Associazioni dei titolari di parafarmacia presentino un documento unitario che permetta di proseguire il confronto avviato, allargandolo a tutte le componenti della professione interessate, per giungere a una soluzione condivisa.

“La Federazione degli Ordini rappresenta tutti i colleghi, nessuno escluso” ha detto Andrea Mandelli al termine della riunione “il che significa valutare con attenzione la situazione delle parafarmacie, ma anche le legittime aspettative, per esempio, dei colleghi che operano come collaboratore o come farmacista rurale e che attendono da tempo di accedere alla titolarità di una farmacia”.  Resta ferma, dunque, la contrarietà della Federazione all’ipotesi di una sanatoria che trasformi le parafarmacie in farmacie o a quella dell’istituzione di farmacie non convenzionate con il Servizio Sanitario Nazionale, così come all’allargamento alle parafarmacie della dispensazione dei farmaci soggetti a prescrizione di Fascia C. “E’ evidente che l’apertura delle parafarmacie è sembrata una via praticabile, in particolare nel Mezzogiorno, dove una situazione occupazionale critica si salda all’inadempienza pubblica in fatto di concorsi per le sedi farmaceutiche vacanti. Ma il punto è che siamo tutti laureati in farmacia, non in parafarmacia: la Federazione, dunque, intende seguire da vicino l’evolversi della situazione e continuare nella sua azione perch� i concorsi si tengano rapidamente e con tempi certi” aggiunge  il Segretario Maurizio Pace. Il concorso resta la via maestra per l’accesso alla titolarità, conferma il Presidente della Federazione “e nostro compito è far sì che si possa intraprendere questa via rapidamente e con la massima efficienza”.

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

AZIENDE

Prevenzione del diabete - Lafarmacia.

Prevenzione del diabete - Lafarmacia.

A cura di Lafarmacia.

Firmato nuovo accordo quadro per un’offerta dedicata alle parafarmacie italiane gestionale di ultima generazione, tra le sigle sindacali legate al mondo delle parafarmacie e Pharmagest...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top