Login con

Politica e Sanità

15 Novembre 2011

Il nodo è l''automedicazione


A quasi un anno e mezzo di distanza dall''entrata in vigore del decreto Bersani, che ha aperto alla vendita dei medicinali da automedicazione al di fuori della farmacia, il mercato degli OTC risulta sostanzialmente in stallo

Fra l''ottobre 2006 e lo stesso mese del 2007, le vendite al pubblico sono infatti aumentate dello 0,4%. Un risultato migliore rispetto allo scorso anno, quando si era registrato un calo del 4%, ma di certo non soddisfacente per l''Associazione nazionale dell''industria farmaceutica dell''automedicazione (ANIFA), che ha organizzato oggi a Roma un incontro sul tema in cui sono stati presentati gli ultimi dati del “dopo liberalizzazioni”. Segnali di ripresa si registrano invece nei canali distributivi alternativi a quello tradizionale, che rappresentano il 4,3% del mercato: all''interno dei 1.200 fra corner della grande distribuzione (159) e parafarmacie italiane (1049), la vendita di farmaci da banco è infatti "cresciuta dell''1,5-2% a volumi - ha detto Claudio Jommi, responsabile dell''Osservatorio farmaci del Cergas-Bocconi - anche se si tratta di dati Nielsen, non ufficiali quanto quelli dell''Ims Health. Enon sono ancora disponibili dati aggregati, che uniscano le due realtà e diano un quadro generale della situazione". Le categorie terapeutiche a maggior fatturato sia in farmacia sia fuori rimangono i rimedi per tosse, raffreddore e affezioni respiratorie (30%), apparato digerente e intestino (20%) e gli analgesici (19%). 

Secondo l''ANIFA, il decreto Bersani e la Legge finanziaria 2007 hanno avuto effetti positivi in termini di contenimento dei prezzi: in farmacia si applica oggi, mediamente, un prezzo più basso dell''11% rispetto al prezzo massimo di vendita su circa il 40% delle specialità medicinali vendute. Mentre nella grande distribuzione il prezzo praticato è inferiore in media del 20% sul 100% dei prodotti presenti. Con la precedente Finanziaria è stata infatti definita la liberalizzazione del sistema di determinazione del prezzo al dettaglio: "già a partire da inizio anno - ha ricordato Sergio Daniotti, presidente dell''ANIFA - il prezzo delle specialità OTC è determinato dalla distribuzione finale, mentre a partire da gennaio 2008 verranno eliminati anche i vincoli mantenuti nel 2007, quelli relativi al mantenimento del margine del 25% sul prezzo massimo in vigore al 31 dicembre 2006"."Ma nonostante gli importanti risultati raggiunti - afferma Daniotti - non è pensabile che basti aprire nuovi canali di vendita o fissare un nuovo sistema di determinazione dei prezzi per creare un vero regime concorrenziale. E'' invece strategico agire sull''offerta e sulla comunicazione". L''ANIFA punta infatti a dare impulso, da una parte, allo switch (passaggio) di una serie di farmaci con ricetta aprodotti di autocura e, dall''altra, all''estensione del marchio. "Occorre consentire l''utilizzo di uno stesso brand - spiega il presidente ANIFA - per contraddistinguere medicinali differenti della stessa azienda, a patto che ciascun prodotto sia facilmente riconoscibile. Questo sarebbe anche un modo per ''orientare'' il consumatore verso farmaci sicuri ed efficaci: se un''impresa gioca la carta della brand extension, mette in gioco la sua reputazione. E questo è un aspetto delicatissimo del rapporto con i clienti, che può rompersi facilmente".

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Il nuovo integratore alimentare a base di fitonutrienti - Herbalife

Il nuovo integratore alimentare a base di fitonutrienti - Herbalife

A cura di Herbalife

Nella legge Bilancio 2024 è prevista la norma che consente di riallineare le rimanenze iniziali del magazzino, tramite il pagamento di una imposta sostitutiva...

A cura di Francesca Giani

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top