Login con

Politica e Sanità

16 Novembre 2011

Botta e risposta Farmindustria-Federfarma


Una proposta “scandalosa” che rischia di trasformarsi in �un''appropriazione indebita sui ricavi dell''industria farmaceutica�. E'' duro il commento del presidente di Farmindustria, Sergio Domp� sull''emendamento alla manovra finanziaria sulla farmaceutica presentato in Commissione Bilancio del Senato dal relatore Antonio Azzolini (Pdl) - e che “spalma” la riduzione del taglio dei margini di ricavo dei grossisti sui medicinali su tutta la filiera. Una “ridistribuzione” che peserà per il 2,43% sulle aziende farmaceutiche e per l''1,22 % sulle farmacie, che nelle indicazioni del decreto avrebbero dovuto sostenere per intero il peso del taglio. �Mi rifiuto - dice Domp� - di pensare che tutto questo sia vero. Significherebbe che per ridurre un margine indebito, che è stato acquisito negli anni, in una situazione economica come quella che stiamo attraversando, si riducono i ricavi dell''industria e addirittura si aumentano quelli delle farmacie che del margine indebito hanno ampiamente usufruito�. �Sostenere che le farmacie, se venissero accolte le loro richieste, non contribuirebbero al contenimento della spesa richiesto dalla manovra finanziaria del Governo, ma potrebbero addirittura guadagnare di più - come ha fatto il Presidente di Farmindustria Sergio Dompè - è un’affermazione non fondata�. Gli risponde a stretto giro di posta Annarosa Racca, Presidente di Federfarma. Le farmacie non hanno chiesto al Governo e al Parlamento di essere esonerate dai sacrifici, n� tanto meno di guadagnare di più hanno chiesto di pagare un importo sostenibile, proporzionato alle loro possibilità economiche, e hanno chiesto di ripartire equamente l’intero sacrificio richiesto sull’intera filiera, di cui fanno parte anche industrie e grossisti. Oggi, invece, le misure previste dalla manovra gravano quasi totalmente sulle farmacie, chiamate a pagare, di tasca propria, oltre 400 dei 600 milioni di euro richiesti al settore, oltre a quota parte degli altri risparmi posti a carico dell’intera filiera�. �L’emendamento - continua Racca - tiene conto proprio di questa richiesta e attribuisce, per soli 6 mesi, una parte dell’onere (circa 130 milioni di euro) all’industria farmaceutica�. Non solo �dal 2011, secondo quanto previsto dall’emendamento, l’industria non dovrà sostenere altri oneri, mentre la farmacia continuerà a contribuire al contenimento della spesa attraverso un nuovo sistema di remunerazione per i farmaci erogati a carico del SSN.  Il nuovo sistema di remunerazione, non più interamente agganciato al prezzo del farmaco, dovrà garantire “una riduzione della spesa per il SSN”. Si tratta di una rivoluzione che inciderà profondamente sull’economia delle farmacie e che tenderà a remunerare la prestazione professionale del farmacista più che l’attività commerciale, come auspicato dallo stesso Ministro della salute�.

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Una grande novità nel mondo del beverage - Sant'Anna

Una grande novità nel mondo del beverage - Sant'Anna

A cura di Sant'Anna

L’Italia è prima davanti a Germania e Francia per produzione farmaceutica conto terzi. Questo apre nuove possibilità per figure specializzate soprattutto per i...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top