Login con

Politica e Sanità

16 Novembre 2011

Aifa, con più generici fino a 700 milioni di risparmi


Per le Regioni a rischio dissesto una soluzione esiste: prescrivere più generici. è quanto emerge da un’analisi condotta a luglio dall’Aifa   Se i medici prescrivessero più generici il Ssn potrebbe risparmiare tra i 640 e i 700 milioni di euro. La stima arriva dall’analisi condotta a luglio dall’Aifa in ottemperanza all’articolo 11, comma 7b, della Legge 122/2010, la cosiddetta Manovra estiva. Oltre a ridurre del 3,65% i margini della distribuzione intermedia, il provvedimento incaricava l’Agenzia di predisporre �tabelle di raffronto� sui consumi di generici nelle singole regioni, allo scopo di individuare le performance migliori e invitare le altre amministrazioni ad allinearsi. Nella sua analisi l’Agenzia si è limitata all’esame di quattro classi tra le più onerose per il Ssn: inibitori di pompa protonica, statine, Ssri e farmaci per il sistema renina angiotensina (Ace-inibitori e sartani). In ciascuna di tali categorie è stata individuata la Regione che vanta la soglia prescrittiva migliore e quindi l’entità del risparmio potenziale per le altre Regioni nel caso in cui si ottenessero le stesse medie. Come s’è detto, emergono cifre consistenti: nel caso dei Ppi, per esempio, se in tutto lo Stivale si prescrivessero generici come in Molise (86,2% dell’intera classe) si conseguirebbero risparmi per circa 230 milioni di euro; nelle statine, se tutti facessero come la Toscana (43,3%) si taglierebbe la spesa farmaceutica di circa 54 milioni di euro; negli Ace-inibitori non associati, imitare il Veneto (73,6%) significherebbe risparmiare circa 140 milioni di euro. Sommate tutte le cifre, si arriva a quei 640-700 milioni di cui s’è detto in apertura. Non sono pochi, soprattutto se si ricorda che la Manovra già citata ridurrà di 600 milioni il finanziamento 2011 per la spesa farmaceutica delle Regioni, già in difficoltà quest’anno per lo sfondamento dell’ospedaliera. Quello dell’Aifa, insomma, più che uno studio ha i toni dell’avvertimento: se i governi locali non vogliono cadere nel baratro del dissesto, comincino a lavorare sui generici perch� di spazio per risparmiare ce n’è. Quasi inutile a dirlo: avvertiti anche i farmacisti.

Invia a un collega

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

La fragranza gourmand per l’anima golosa

La fragranza gourmand per l’anima golosa

A cura di Lafarmacia.

Nella Giornata delle Malattie Rare il Ministro Schillaci sottolinea l’importanza di diagnosi precoce, trattamenti e percorso assistenziale omogeneo sul territorio per i pazienti ...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top