Login con

Politica e Sanità

16 Novembre 2011

Fofi, una scusa per scardinare il sistema


«A furia di sentir ripetere che l’unica liberalizzazione riuscita è quella che ha riguardato i farmaci da banco c’è da pensare che sia l’unica riuscita (si fa per dire) perché non andava a colpire poteri forti e corporazioni blindate, ma semplicemente dei professionisti che forniscono un servizio pubblico». Questo il commento di Andrea Mandelli, Presidente della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani all’intervista rilasciata dal Garante per la sorveglianza dei prezzi Roberto Sambuco. La tesi di Sambuco non è nuova, anche se nell’analisi dell’andamento dei rincari ci si dimentica, sottolinea la nota Fofi, che si veniva da un periodo in cui i prezzi dei farmaci da banco erano stati bloccati per legge, e quindi c’è stato un recupero fisiologico poi riassorbito. La Federazione si dichiara inoltre stupita che nel paragonare i prezzi praticati nei diversi canali si parli di sconti. Sconti rispetto a che cosa? Si chiede Fofi. Il prezzo di vendita al pubblico non c‘è più: esiste soltanto il prezzo di vendita ex factory. «Ma la cosa più divertente è che si sostiene che le farmacie abbiano una capacità d’acquisto superiore rispetto alla Gdo» dice Mandelli. «Sembra uno scherzo: le TV sono inondate da spot della grande distribuzione che propagandano vendite sottocosto. Chi ha le maggiori capacità di acquisto, allora?». Per la Federazione degli Ordini, comunque, l’aspetto commerciale non è il centro della questione. «È grave, anzi gravissimo, che con la foglia di fico dello sconto si propongano soluzioni inaudite nel resto d’Europa. Per cominciare, l’uscita dalla farmacia di medicinali sottoposti a prescrizione medica (gli etici di Fascia C), tra i quali rientrano anche sostanze passibili di abuso; senza contare che anche per questi farmaci il prezzo è fisso e non soggetto a sconti. Poi si vuole passare a distruggere l’organizzazione del servizio, in termini di orari e razionale distribuzione sul territorio. Il pretesto è noto: migliorare il servizio. Ma lo sa il dottor Sambuco che a Milano, solo per fare un esempio, ci sono 24 farmacie che restano aperte tutta la notte per 365 notti l’anno?» Il servizio farmaceutico italiano è da sempre ai vertici delle classifiche europee e al vertice del gradimento dei cittadini, conclude Mandelli «il che non significa che non ci siano spazi di miglioramento: si può aumentare il numero delle sedi e introdurre flessibilità dove serve. Ma mantenendo un servizio ordinato e regolato».

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Back to school, per un rientro a scuola senza imbarazzi

Back to school, per un rientro a scuola senza imbarazzi

A cura di Viatris

Prendono il via oggi le vaccinazioni all’Inmi Spallanzani di Roma le vaccinazioni contro il virus dengue, ma solo per specifiche popolazioni a rischio ...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top