Login con

Politica e Sanità

15 Novembre 2011

Vita da tutelare anche al lavoro


"Quella avvenuta a Torino la notte del 5 dicembre è una tragedia gravissima. La mia visita negli ospedali  vuole testimoniare la vicinanza alle famiglie e soprattutto ribadire l''impegno che, come Ministero della Salute, stiamo portando avanti. Noi abbiamo assunto il tema della Salute nei luoghi di lavoro come assoluta priorità". Lo ha detto il ministro della Salute, Livia Turco, parlando a Torino della tragedia del 6 dicembre all''acciaieria Thyssen Krupp, che è costata la vita a due persone mentre altre cinque sono ricoverate in gravi condizioni a causa delle ustioni. La fabbrica doveva essere dismessa tra qualche mese per concentrare tutta l''attività produttiva nello stabilimento di Terni della stessa azienda. "Proprio qui a Torino - ha affermato il Ministro - abbiamo tenuto un''importante conferenza con tutti gli operatori che si occupano di salute nei luoghi di lavoro. Abbiamo anche siglato un importante Patto con le Regioni per la sicurezza e la tutela della salute nei luoghi di lavoro che prevede il potenziamento dei controlli delle ASL. Siamo impegnati ad applicare questo Patto che porta da 75 mila a 250 mila i controlli da parte delle ASL nei luoghi di lavoro. Il Governo solleciterà quindi le Azienda sanitarie perch� facciano ciò che è previsto''''. Inoltre, ha detto ancora il Ministro elencando le iniziative , ''''siamo impegnati ad applicare in tempi rapidi in modo rigorosissimo i decreti attuativi della Legge delega per rivedere, ammodernare, rendere più efficace la legislazione per la tutela della salute e sicurezza sul lavoro, il tanto atteso Testo unico, che è stata recentemente approvata, e per la quale nella Finanziaria sono stati stanziati 50 milioni di euro''''. Il Ministro Turco e il sottosegretario Patta terranno un incontro lunedì 10 dicembre al Ministero della Salute con l''azienda Thyssen Krupp, proprietaria dello stabilimento teatro del disastro, insieme ai Prefetti di Torino e Terni, le regioni Piemonte e Umbria, i Sindaci Chiamparino e Raffaelli e le organizzazioni di categoria FIOM, FIM e UILM per fare il punto sulla questione sicurezza e verificare la possibilità, come già fatto in altri casi, di definire un protocollo d’intesa che permetta di meglio coordinare le attività di prevenzione e di tutela della salute nei luoghi di lavoro.

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Barretta High Protein

Barretta High Protein


Il ministro della Salute Orazio Schillaci ha firmato il decreto che nomina Giorgio Palù Presidente dell’Agenzia Italiana del Farmaco

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top