Login con

Politica e Sanità

16 Novembre 2011

Enpaf: crediti dalle Asl per 36 milioni, 12 solo dalla Campania


Non ci sono solo i titolari di farmacia a far coda davanti alle Asl campane per recuperare pile e pile di mensilità insolute. C’è anche l’Enpaf, cui le aziende sanitarie della Regione devono la bellezza di 12 milioni di euro, ossia quattro anni circa di mancati versamenti della trattenuta dello 0,90. I dati arrivano direttamente dall’ente, che proprio in questi giorni sta finendo di aggiornare il quadro dei crediti sui contributi previdenziali a carico delle Asl. In tutto fanno circa 36 milioni di euro, un terzo dei quali – come detto – sulle spalle della Campania. Seguono poi il Lazio con debito di circa sei milioni, relativo in gran parte al 2009, e la Calabria con un milione di euro, risalente al biennio 2006-2007. La cifre sono cospicue ma, paradossalmente, per l’Enpaf sono motivo di ottimismo perché negli anni passati era ancora peggio: nel 2006, per esempio, i crediti dell’ente di previdenza raggiungevano i 44 milioni di euro e coinvolgevano le Asl di quattro regioni, le tre già citate e la Sicilia. «Oggi invece» è il commento del presidente dell’Enpaf, Emilio Croce «ci preoccupa soprattutto la situazione della Campania, per il quadro economico che la caratterizza». Nessuna preoccupazione, in ogni caso, per le pensioni dei farmacisti. «L’ente dispone di un’ampia copertura patrimoniale» rassicura Croce «il che comunque non rende meno insistenti le nostre azioni per recuperare quanto ci spetta». Da questo punto di vista indispone non poco il blocco dei pignoramenti decretato fino a fine anno dal Patto di stabilità: «Alcune procedure sono già arrivate alla fase esecutiva e quindi sono fuori» prosegue il presidente dell’Enpaf «altre invece risultano congelate proprio a causa del provvedimento. Sarebbe auspicabile un intervento legislativo che escludesse dalla misura i debiti previdenziali delle Asl. Noi dobbiamo essere messi nella condizione di onorare gli impegni nei confronti dei nostri iscritti».

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

AZIENDE

Un sollievo immediato durante la stagione primaverile

Un sollievo immediato durante la stagione primaverile

A cura di Coswell

Corman S.p.A., tra i principali player nel mercato dell'extrafarmaco in Italia e del personal care nel mondo, arricchisce la sua offerta per il Point of Care con il progetto ClickSalute e la Cabina...

A cura di Comunicato stampa

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top