Login con

Politica e Sanità

16 Novembre 2011

Liste di trasparenza non del tutto trasparenti


Perché molti farmaci un tempo chiamati “salvavita” non sono più del tutto gratuiti come dovrebbero? È la domanda che si è posto un’inchiesta del bimestrale di informazione sanitaria “Dialogo sui farmaci” sottolineando come la maggioranza delle ricette mediche riguardi proprio i medicinali più costosi. I principi attivi non più coperti dal brevetto e che rientrano nella “lista di trasparenza” dell''Agenzia italiana del farmaco (Aifa) sono oggi 224. Appartengono a 83 aree terapeutiche e in tutto contano 4.052 medicinali. Di questi, ben 3.024 (il 75% del totale) hanno un prezzo al pubblico analogo a quello di riferimento rimborsato dal Ssn, e 33 lo hanno addirittura inferiore. Il prezzo dei rimanenti 995 farmaci (il 25%) è invece superiore a quello rimborsato dal Ssn: chi li preferisce agli altri deve quindi pagare la differenza. Un''anomalia, sottolinea l’inchiesta, con il risultato che il 64% delle ricette mediche riguarda proprio i farmaci più costosi, che costituiscono addirittura il 71% della spesa complessiva. Le ragioni, secondo l’inchiesta, sono varie: per cominciare i medici non conoscono le differenze di prezzo, visto che la lista di trasparenza non le riporta. Poi, molti di loro sono affezionati ai farmaci di marca, anche quando perdono il brevetto. In più, i farmacisti non sono sempre così zelanti da informare i clienti circa le alternative a minor costo. Un’altra ipotesi riguarda le indicazioni terapeutiche dei generici, spesso sottodimensionate rispetto a quelle del farmaco originatore branded. Per ciascuna indicazione le aziende devono avviare una pratica formale piuttosto costosa. Di conseguenza, per risparmiare ne riducono il numero. E così un generico con dieci potenziali indicazioni terapeutiche finisce per riportarne solo due sul foglietto illustrativo. Ciò naturalmente confonde i medici e penalizza il mercato dei generici, che andrebbe invece sostenuto, conclude la nota di Dialogo sui farmaci.

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Rumori bianchi per il sonno dei neonati - Dreamegg

Rumori bianchi per il sonno dei neonati - Dreamegg

A cura di Dreamegg

Avviata campagna in Uk per sensibilizzare i pazienti a rivolgersi alle farmacie per trattare sette patologie comuni senza la necessità di consultare il MMG 

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top