Login con

Politica e Sanità

15 Novembre 2011

Cala la spesa, ma non quella privata


I dati dell’Osservatorio sull’impiego dei medicinali (OSMED) confermano la tendenza al rientro dell’onere a carico del Servizio sanitario, ma aumenta l’esborso diretto dei cittadini per i farmaci di classe A  


Spesa farmaceutica pubblica in calo in tutte le regioni italiane tra gennaio e settembre 2007 rispetto allo stesso periodo del 2006. Al primo posto per riduzione di spesa il Lazio, che ha fatto registrare un calo del 15,1%. Altrettanto ''virtuose'': la Puglia (-13,7%), la Sicilia (-11,4%), la Liguria (-10,2%) e la Sardegna (-10,2%). A ''fotografare'' l''andamento regionale della spesa per medicinali è il Rapporto OSMED, illustrato oggi a Roma, durante un convegno di Farmacoepidemiologia, in corso fino a oggi all''Istituto superiore di sanità. Complessivamente,l a riduzione di spesa lorda pubblica per i farmaci di classe A, a totale carico del SSN, pari al 7,7%. Le dosi prescritte sono state circa 880 ogni mille abitanti con un aumento del 2,6%. Analizzando i fattori che influenzano l''andamento della spesa farmaceutica pubblica si nota come, ad eccezione delle quantità, tutti gli altri indici fanno rilevare una diminuzione: -8% i prezzi e -10,5% il costo medio per giornata di terapia. Tali andamenti risentono del massiccio ricorso da parte delle Regioni della distribuzione diretta e di quella per conto per i farmaci ad alto costo, della scadenza del brevetto di alcune importanti molecole (simvastatina e doxazosin) e dell''introduzione del prezzo di riferimento per gli inibitori di pompa (gastroprotettori) in alcune realtà regionali. Cresce invece la spesa privata per farmaci che sale del 4,3%, dovuta a una consistente crescita della spesa privata per farmaci di Classe A (+28% rispetto al 2006); in aumento anche la spesa per etici di classe C e di automedicazione (SOP e OTC), aumentata a livello nazionale rispettivamente dell''1,2% e dell''1,3%. Per  gli etici di classe C si è registrato un incremento di spesa in tutte le Regioni, tranne nelle due Province Autonome di Trento (-0,3%) e Bolzano (-0,7%), con la punta massima in Campania (+2,8%). Anche per i farmaci di automedicazione, l''aumento della spesa si è avuto in tutte le Regioni, ad eccezione di Marche (-3,2%) ed Emilia Romagna (-1,2%). Le quote maggiori si sono registrate in Valle d''Aosta (+5,7%) e nella Provinciaautonoma di Bolzano (+4,8%). Quanto invece all''uso dei farmaci equivalenti (aumentato del 24,1% a livello nazionale), quest''ultimo rappresenta il 29,7% dei consumi e il 18,7% della spesa, ma presenta un''ampia variabilità a livello regionale: ad esempio in Puglia a fronte di un aumento dei consumi del 37,4%, si è parimenti registrato un aumento della spesa del 51,3%; in Friuli, a un aumento dei consumi del 17,7% ha corrisposto un incremento della spesa del 23,8%.

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Una valida integrazione anche nei mesi più freddi

Una valida integrazione anche nei mesi più freddi

A cura di Lafarmacia.

L’anemia da carenza di ferro può colpire anche bambini e adolescenti. È importante saperla riconoscere e cosa fare per trattarla

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top