Login con

Politica e Sanità

16 Novembre 2011

Recapito a domicilio, a Firenze l’Asl arriva prima delle poste


Altro che le Poste, a Firenze i farmaci li porta al domicilio del paziente direttamente l’Asl. Farmaci di fascia A, ancorché classificati in Pto, e spediti dalla farmacia ospedaliera su prescrizione del medico di famiglia. Questo, almeno, è ciò che prevede il progetto sperimentale avviato nei giorni scorsi dall’Azienda sanitaria del capoluogo per essere poi esteso a Pistoia e Prato: in virtù di un accordo con la Fimmg, i generalisti segnalano all’Asl i pazienti disagiati che pesano sulla spesa farmaceutica toscana per più di 10mila euro all’anno. A partire dalle prossime settimane, a questi assistiti i medicinali verranno recapitati direttamente dall’Azienda sanitaria, in pacchi che coprono un trimestre di terapia. Ufficialmente l’obiettivo è quello di venire incontro ai cronici in multiterapia che per varie ragioni non possono fare la spola tra casa e farmacia, in realtà l’intento è quello di risparmiare: i farmaci passati dal servizio domiciliare, infatti, sono quelli del Pto (Prontuario terapeutico regionale), che l’Asl acquista con gare centralizzate per Area vasta in cui si parte da uno sconto minimo del 50%. Nel Pto tuttavia ci sono anche i farmaci di fascia A, che i cronici in multiterapia spesso assumono assieme a specialità di alto costo classificate in Pht. Con il progetto fiorentino, in sostanza, le farmacie ospedaliere si metterebbero a fare distribuzione diretta anche sulla fascia A, con danni non indifferenti per le farmacie del territorio. Va detto che al momento il servizio di recapito domiciliare riguarderebbe una fetta ristrettissima di pazienti (nell’Asl di Firenze non più di 800) ma Federfarma Toscana sta comunque seguendo la vicenda con una certa preoccupazione per gli sviluppi che il progetto potrebbe avere: storicamente, l’Asl 10 di Firenze è spesso stata un laboratorio per le altre aziende sanitarie toscane e proprio per questo un effetto domino non si può escludere. Non va poi dimenticato che la Finanziaria 2011 approvata a dicembre dalla Regione c’è un articolo in cui si parla di possibili accordi con le farmacie per la distribuzione in dpc anche dei farmaci di fascia A (equivalenti soprattutto) che il servizio sanitario toscano acquisterà attraverso gare centralizzate: finora Federfarma ha accuratamente evitato di aprire una trattativa sull’argomento, ma la minaccia del recapito domiciliare a Firenze potrebbe essere usato dalla Regione per costringere i farmacisti a scendere a patti.

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Rumori bianchi per il sonno dei neonati - Dreamegg

Rumori bianchi per il sonno dei neonati - Dreamegg

A cura di Dreamegg

L’Aifa ha recepito nuove misure indicate dall’Ema sulle restrizioni d’uso dei farmaci contenenti valproato e ha pubblicato un Nota informativa importante...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top