Login con

Politica e Sanità

15 Novembre 2011

Farmaco: maneggiare con cura


Non è per partito preso, ma va segnalato che si moltiplicano le indagini e le prese di posizione che sottolineano il ruolo della farmacia, e del farmacista, di comunità, anche nei paesi sulla cresta dell’onda delle liberalizzazioni, come la Gran Bretagna

 

Più di due milioni di cittadini britannici, infatti, acquistano farmaci online, ma risulta che fino a un terzo dei medicinali così ottenuti può essere contraffatto, esponendo a seri rischi la salute degli acquirenti. Per tutelare i cittadini britannici  la Royal Pharmaceutical Society (RPSBG) ha proposto un nuovo logo per  riconoscere le farmacie online garantite. Da ieri, dunque, i siti sicuri saranno contrassegnati da un marchio con una croce verde e la dizione Registered Pharmacy. Un modo per ridurre i rischi connessi alle vendite a distanza, anche se non riuscirà ad  azzerarli, avvertono gli esperti. Chi infatti è alla ricerca di medicinali etici senza la relativa ricetta, probabilmente continuerà a rivolgersi a siti non in regola.  Ma quali  sono i farmaci più gettonati negli acquisti online? Secondo la RPSGB  ai primi posti sono antidepressivi (Prozac), farmaci per la disfunzione erettile (in primis il Viagra) e benzodiazepine. Ormai è anche  possibile ottenere una prescrizione online, firmata da un medico,  dicono gli esperti, spesso indicato dallo steso sito che commercia i medicinali. E’ evidente che poco si può fare per proteggere chi cerchi deliberatamente di aggirare le corrette modalità di concessione del farmaco. Contro i rischi connessi all’acquisto online si è pronunciata anche la MHRA (Medicines and Healthcare Products  Regulatory Agency), l’agenzia regolatoria britannica. Il modo più sicuro per avere i medicinali necessari � ha sottolineato l’Agenzia - è rivolgersi al proprio medico di famiglia e fare acquisti nella farmacia. "Infatti siti internet sono una comune fonte di farmaci non registrati o contraffatti, e i consumatori dovrebbero essere guidati dalla  cautela nel momento in cui pensano all''acquisto attraverso questa via", sottolinea un portavoce dell''agenzia governativa alla BBC online. Per chi, comunque, intende comperare medicine sul web, il logo promosso dalla RPSGB "fornisce rassicurazioni sul fatto che la farmacia è registrata e viene gestita da farmacisti".

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

AZIENDE

Ritrovare la serenità durante la menopausa

Ritrovare la serenità durante la menopausa

A cura di Viatris

Dopo l’approvazione de DdL Semplificazioni Federfarma Basilicata invita le istituzioni regionali a investire sulle...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top