Login con

Politica e Sanità

15 Novembre 2011

L’Italia spende in cardiologia


Con 7.450 euro a paziente, l''Italia è prima in Europa per i costi del trattamento dell''infarto. Lo rivela un''indagine che ha messo a confronto otto paesi dell''Unione Europea, condotta da Oliver Tiiemann del Department of Health Care Management dell''Università di Berlino pubblicata da Health Economics. Secondo lo studio - che ha esaminato dati del 2005 - all''ultimo posto figura, invece, l''Ungheria (con appena 396 euro per ogni caso). Guardando alla classifica, troviamo al penultimo posto la Polonia (1.026 euro), preceduta da Spagna (1.861 euro), Germania (2.866), Inghilterra (5.014), Francia (5.917) e Olanda, che insidia il primato italiano con 5.599. In media, il costo totale per ogni caso è di 3.766 euro. In particolare in Ungheria, Polonia e Spagna nessun ospedale incluso nello studio eseguiva interventi di angioplastica, intervento che è invece ormai standard in Francia, Olanda e Italia (i costi per l''ospedalizzazione in questo caso oscillano da 3.720 a 9.374 euro). In Germania e Gran Bretagna queste procedure dipendono dall''esistenza, negli ospedali, di appropriate infrastrutture. Dunque in questi due Paesi i ricercatori hanno registrato la più ampia oscillazione dei costi per le cure di un infarto del miocardio: da 1.182 a 8.282 euro. La spesa per i trattamenti farmacologici varia moltissimo: dai 30 euro della Spagna ai 1.155 euro in Gran Bretagna, come pure il peso di questa voce sui costi totali. Uno studio di grande interesse, anche se la domanda più importante è se siano soldi spesi bene e, quindi, se la sopravvivenza migliora di pari paso con le risorse impiegate.

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Rapporto di Sostenibilità di TePe per il 2022

Rapporto di Sostenibilità di TePe per il 2022

A cura di TePe

Il ministero della Salute ha trasmesso un’allerta di grado 3 chiedendo di potenziare la vigilanza su eventuali furti di farmaci contenti fentanil e suoi...

A cura di Simona Zazzetta

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top