Login con

Politica e Sanità

15 Novembre 2011

Un’emergenza da fronteggiare


La farmacovigilanza è destinata a divenire un elemento centrale dell’opera del farmacista, soprattutto se non verrà arginata la spinta a intendere i farmaci come merci da consumare  
Tra i professionisti del farmaco ha suscitato immediate reazioni lo studio apparso sugli Archives of Internal Medicine, secondo cui in sette anni negli Stati Uniti sono triplicati gli eventi avversi legati all''assunzione di farmaci, e anche i decessi a questi collegati (vedi Farmacista33 di lunedì 10 settembre).  ''''La notizia è gravissima ma purtroppo tutt''altro che inattesa'''', ha commentato Emilio Croce, presidente dell''Ordine dei farmacisti di Roma. ''''A quanti fossero tentati - prosegue - di minimizzarne la portata, pensando che si tratta di fenomeni che non ci riguardano, vorrei ricordare che non più di un anno fa il direttore dell''Istituto Mario Negri Silvio Garattini riferì che in Italia gli effetti collaterali dei farmaci spingono circa 400 italiani al giorno in ospedale. Sono convinto che se nel nostro Paese conducessimo studi come quello americano, i risultati non sarebbero troppo dissimili”. Il problema, per Croce, è che i farmaci "da strumento di salute sono ormai diventati e stanno sempre più diventando beni di consumo, sulla spinta di molti e potenti interessi. è un processo che bisogna contrastare con forza - sostiene Croce � per evitare gravi conseguenze in termini di salute pubblica". Di analogo avviso Andrea Mandelli, presidente dell’Ordine di Milano: “E’ una vera emergenza, che oggi più che mai chiama il farmacista a un ruolo di primo piano. Non a caso l’Ordine di Milano ha avviato tre anni fa un progetto dedicato alla farmacovigilanza, istituendo borse di studio per la frequenza di master universitari dedicati alla materia. In questo modo abbiamo creato una task-force di esperti a disposizione di tutti i colleghi che abbiano dubbi e difficoltà da risolvere in tema di segnalazioni. E un progetto che ha pagato, del resto, come prova l’aumento delle segnalazioni di reazioni avverse segnalate dagli iscritti”.  Mandelli, a riprova dell’impegno della professione, cita anche le iniziative che hanno vista impegnata la Federazione nazionale, come la predisposizione nel sito della FOFI dell’accesso al sistema di supporto alla compilazione della scheda di segnalazione.  


Il nodo però, è anche politico. "Se, a parole, tutti sembrano essere d''accordo a elaborare e  attuare politiche finalizzate a usare con maggior proprietà e  consapevolezza i farmaci � ha detto Croce - nei fatti assistiamo ormai  da due anni a scelte che conducono a un accesso sempre più disinvolto  e consumistico alle specialità medicinali: in Italia si preferisce  parlare di prezzi, di sconti e di canali di distribuzione, anzich� dei problemi per la salute dei cittadini” la speranza è che i dati davvero preoccupanti provenienti dagli Usa - conclude il presidente dell''Ordine dei farmacisti capitolino - inducano qualche salutare riflessione. Una speranza condivisa anche da Mandelli che ricorda come “già nella Carta del farmaco patrocinata dalla Federazione era stato chiaramente indicato quali pericoli si corressero confondendo un bene, come il farmaco, con una merce”.

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Un inverno senza energie?

Un inverno senza energie?

A cura di Viatris

L’Istat ha pubblicato il Report sui servizi di pubblica utilità nel 2023: le farmacie sono i servizi pubblici più accessibili

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top