Login con

Politica e Sanità

15 Novembre 2011

Una cura italiana per i superallergici


Curare le allergie alimentari somministrando dosi crescenti dell''alimento sotto accusa. Fino a riaddestrare l''organismo del paziente a tollerare anche i cibi che inizialmente rifiutava come velenosi. E'' questa la rivoluzionaria terapia con cui la Clinica pediatrica dell''università di Trieste-Irccs Burlo Garofolo riesce a guarire oltre un terzo dei bimbi superallergici agli alimenti, e in particolare i piccoli ipersensibili alle proteine del latte e dell''uovo. Un esercito in continua crescita: soltanto in Italia sono almeno 400 mila i bambini 5-15enni colpiti, di cui 3 mila a rischio di gravi reazioni anche dopo minimi contatti con l''allergene incriminato.

Il successo della metodica di desensibilizzazione alimentare "made in Trieste" - in radicale controtendenza con la strada comunemente seguita, ossia la totale eliminazione del cibo allergizzante dalla dieta del bimbo - è stato decretato da uno studio pubblicato sul "Journal of Allergy and Clinical Immunology". La ricerca è la prima del genere nel nostro Paese, riferisce una nota del Burlo Garofolo. E'' durata tre anni e ha reclutato in tutta la Penisola 60 bambini diagnosticati come superallergici a latte e uova. Al termine del periodo di rieducazione, più di un terzo degli arruolati (36 per cento), un tempo a rischio di vita per shock anafilattico, ha riacquistato la capacità di nutrirsi liberamente senza manifestare reazioni avverse. E oltre la metà (54 per cento) del campione è comunque riuscito a tollerare nella dieta quantità limitate dei cibi che prima rigettava del tutto.

Attraverso un rigoroso protocollo di desensibilizzazione alimentare verso le proteine del latte e dell''uovo, dunque, l''equipe della Clinica pediatrica dell''università di Trieste presso l''Irccs Burlo Garofolo, guidata da Alessandro Ventura, ha dimostrato che è possibile regalare una vita normale anche ai bambini superallergici, rieducandone l''organismo. "A questi soggetti - spiega Giorgio Longo, responsabile dell''Unità operativa di Allergologia del Burlo Garofolo - basta un contatto minimo e accidentale con la sostanza incriminata, talvolta il semplice odore, per scatenare una reazione violenta potenzialmente fatale". La terapia d''urgenza a base di adrenalina e cortisone risolve la crisi, ma il bimbo e i suoi familiari continuano a vivere nell''ansia di incontrare allergeni potenzialmente letali".

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Neobianacid, efficacia non inferiore a omeprazolo

Neobianacid, efficacia non inferiore a omeprazolo


L’industria cosmetica nazionale cresce sul mercato interno e sui mercati internazionali: i consumi cosmetici crescono nel 2023 e le esportazioni raggiungono...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top