Login con

Politica e Sanità

15 Novembre 2011

Pochi biologici in Italia


La percentuale d''uso di farmaci biologici in Europa si si attesta tra il 20% e il 30%, in Italia raggiunge appena il 10%. Occasione per parlarne è il Congresso europeo annuale di reumatologia (Eular) dove Piercarlo Sarzi Puttini, dirigente medico dell''unità di reumatologia del polo universitario Luigi Sacco di Milano, ha presentato i dati di due studi condotti su pazienti con artrite reumatoide (AR). Il fattore maggiormente scoraggiante, secondo l’esperto, è il costo delle molecole: “Può andare - spiega Sarzi Puttini - da 5 o 6mila euro per ciclo fino a raggiungere i 20 mila. Nelle strutture c''è un attento controllo dei budget che si ripercuote inevitabilmente sul consumo di questi medicinali". I biologici, non a caso, rappresentano una sorta di seconda spiaggia, un''isola sulla quale approdare quando le terapie tradizionali falliscono. In particolare, nel trattamento dell’AR solo se il paziente non risponde alla terapia con farmaci anti-Tnf, e ciò avviene nel 15-20% dei casi, si passa all''uso di biologici. L''ideale secondo, Sarzi Puttini, sarebbe passare al biologico il prima possibile, per stroncare l''artrite reumatoide prima che cronicizzi. "Negli studi Reflex e Finckh presentati a Parigi, la terapia con rituximab � spiega l’esperto - l''anticorpo monoclonale che agisce in modo mirato sui linfociti B responsabili della cascata infiammatoria che accende l''artrite reumatoide, mostra, prove radiologiche alla mano, la propria efficacia nell''inibire la progressione del danno articolare a 2 anni nell''89% dei pazienti trattati. Inoltre, in quelli che non hanno risposto alle terapie tradizionali, risulta più efficace usare subito rituximab piuttosto che passare a una seconda terapia a base di farmaci anti-Tnf: abitudine prescrittiva che viene dunque messa in discussione".

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Yes weekend! Ma con fotoprotezione Heliocare - Heliocare

Yes weekend! Ma con fotoprotezione Heliocare - Heliocare


L’OMS ha condiviso le raccomandazioni per agenzie regolatorie e aziende farmaceutiche sulla composizione dei vaccini antinfluenzali per la prossima stagione ...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top