Login con

Politica e Sanità

15 Novembre 2011

Il Garante sanziona Federfarma di Teramo


L’Autorità garante della concorrenza e del mercato ha sanzionato Federfarma Teramo per intesa restrittiva della concorrenza. Secondo l''Autorità, l''associazione dei farmacisti titolari ha limitato la concorrenza, indicando, alle farmacie della provincia, tetti massimi agli sconti praticabili sui prezzi dei farmaci senza obbligo di prescrizione medica (SOP). Sono stati così danneggiati i consumatori finali, che hanno dovuto pagare prezzi superiori a quelli che sarebbero emersi da una libera competizione tra le farmacie. L''intesa - si legge in una nota dell''Autorità garante della concorrenza - è iniziata, infatti, proprio pochi mesi dopo l''entrata in vigore della normativa che ha introdotto, per i farmaci SOP, prezzi liberi e distribuzione presso altri canali alternativi (come parafarmacie e grande distribuzione), aprendo così la strada ad un possibile confronto concorrenziale. L''Autorità ha sanzionato l''associazione con una multa di 11.200 euro, calcolata, come previsto per le associazioni di impresa, sulla base delle sole entrate associative versate all''associazione, pari a 140.015 euro. L''istruttoria era stata avviata il 24 maggio 2007, alla luce di una denuncia alla quale era allegata la circolare e un elenco di 119 farmaci SOP, con l''indicazione, per ciascun farmaco, degli sconti massimi sui prezzi da praticare. In base ai dati raccolti nel corso dell''istruttoria, anche grazie alla collaborazione delle Unità speciali della Guardia di Finanza, è emerso che la circolare era stata inviata dalla Federfarma Teramo alle farmacie della provincia, con un elenco di 250 farmaci, più esteso dunque di quello segnalato nella denuncia. Sia pur limitatamente alla lista più ristretta dei 119 farmaci - riferisce ancora l''Antritrust - è stato possibile verificare gli sconti praticati a ridosso e dopo l''invio della circolare: è risultato che molti farmaci prima venduti con sconti del 10% sono stati poi venduti senza alcuno sconto. In particolare si è registrata, per gli sconti del 10%, una riduzione di 15 punti percentuali (dal 57% al 41% circa), quasi tutta a favore dello sconto nullo.

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Un morbido sollievo alla tua pelle secca e sensibile

Un morbido sollievo alla tua pelle secca e sensibile

A cura di Dermovitamina

In Francia, una modifica alla convenzione farmaceutica introdotta a giugno prevede che il farmacista offra un colloquio di sostegno ai pazienti che assumono oppioidi sull’uso corretto del farmaco,...

A cura di Cristoforo Zervos

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top