Login con

Politica e Sanità

15 Novembre 2011

Cure all’estero, interviene l’UE


A dispetto delle apparenze, sembra che il fenomeno delle migrazioni sanitarie sia molto ridotto, e la Commissione Europea ha recentemente fatto presente che quattro pazienti europei su cento ricorrono a trattamenti transfrontalieri, mentre gli altri trovano cure soddisfacenti, anche soggettivamente, nel  proprio paese. Il dato si riferisce al totale della popolazione interessata, ma è probabile che per alcune aree la quota di migranti sia decisamente più elevata: di conseguenza, la Commissione europea vuole meglio tutelare il diritto dei cittadini europei a farsi curare in un altro paese dell’Unione. In un provvedimento che sarà approvato nella riunione dell''esecutivo di mercoledì prossimo, si chiariscono le modalità per consentire a chi lo desidera di varcare la frontiera per ricevere delle cure, evitando tuttavia di incoraggiare il ''''turismo medico'''' e di indebolire troppo i sistemi sanitari nazionali. Secondo il progetto, i pazienti saranno liberi di scegliere dove farsi curare, senza alcuna autorizzazione preventiva, ma dovranno anticipare le spese e saranno poi rimborsati secondo le norme previste nel paese di residenza. Per le cure ospedaliere, il provvedimento consente però ai singoli stati di richiedere un’autorizzazione preventiva qualora ritenessero questa liberalizzazione controproducente per il proprio servizio sanitario.

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

28/12/2019

Per contrastare la compravendita illegale di farmaci per uso veterinario il Ministero sta studiando un logo, un bollino di qualità sulla falsa riga di quanto fatto per le farmaciePer...

27/12/2019

La Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per il trattamento dell'artrite reumatoide attiva di grado da moderato a severoLa Commissione europea ha approvato upadacitinib (Rinvoq) per...

27/12/2019

Solo il 2% delle farmaciste donne possiede una farmacia nonostante rappresentino il 62% della forza lavoro, è quanto emerge dal sondaggio "Survey of registered pharmacy professionals 2019" del...

A cura di Lara Figini

27/12/2019

Acquistare i farmaci su internet attraverso siti non autorizzati è un fenomeno in continua crescita e l'unica arma per contrastarlo resta l'educazione sanitaria e l'orientamento dei cittadini...

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

AZIENDE

Aumenta l'idratazione dei capelli del 72% - Aveda

Aumenta l'idratazione dei capelli del 72% - Aveda

A cura di Aveda

Presentato il report “La contraffazione online - Analisi del fenomeno, modi operandi e attività di contrasto”, realizzato dal Servizio analisi criminale della direzione centrale della Polizia...

A cura di Simona Zazzetta

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top