Login con

Pharma

08 Ottobre 2020

Vitamina D, Aifa: con Nota 96 calo consumi e più appropriatezza


I dati su consumi e spesa dei farmaci a base di vitamina D registrano nei primi nove mesi di applicazione della Nota 96 una diminuzione di oltre il 30%. Il monitoraggio dell'Agenzia italiana del farmaco

I dati su consumi e spesa dei farmaci a base di vitamina D registrano nei primi nove mesi di applicazione della Nota 96 una diminuzione di oltre il 30% e "suggeriscono un recupero nell'appropriatezza prescrittiva di questa classe di medicinali". A dirlo è l'Aifa con riferimento a quanto emerge dal monitoraggio realizzato dall'Agenzia per verificare gli effetti dell'applicazione della Nota 96, attraverso l'analisi dei dati nazionali e regionali.

Aifa: recupero nell'appropriatezza prescrittiva

Con la Nota 96, lo si ricorda, pubblicata il 28 ottobre 2019, l'Agenzia ha ridefinito le condizioni per la prescrizione a carico del Servizio sanitario nazionale dei farmaci a base di vitamina D classificati in fascia A (rimborsabili dal Ssn) - colecalciferolo, colecalciferolo/sali di calcio e calcifediolo - esclusivamente per la prevenzione e il trattamento della carenza di Vitamina D nella popolazione adulta (>18 anni). Nei primi nove mesi, cioè da novembre 2019 a luglio 2020, in cui è in vigore la Nota 96, si registra complessivamente una diminuzione dei consumi e della spesa per questa classe di farmaci di oltre il 30% rispetto ai periodi precedenti, sia in termini di confezioni erogate sia di spesa sostenuta dal Servizio Sanitario Nazionale, con un risparmio medio mensile di circa 9,8 milioni di euro. Dati che "suggeriscono un recupero nell'appropriatezza prescrittiva" anche perché "non si osservano invece importanti aumenti dei consumi e della spesa di altri analoghi della Vitamina D non oggetto della Nota". Aida precisa che "l'impatto a livello delle diverse regioni è eterogeneo e dipende sia dai diversi scenari regionali preesistenti all'applicazione della Nota, sia dalle risposte osservate sul territorio dopo il provvedimento Aifa".

TAG: CARENZA DI VITAMINA D, VITAMINA D, AIFA

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

04/04/2024

Robert Giovanni Nisticò è il nuovo presidente dell'Agenzia italiana del farmaco, la sua nomina ha avuto il parere favorevole della Conferenza Stato-Regioni, dopo...

A cura di Redazione Farmacista33

27/03/2024

Il 26 marzo si è insediatala nuova Commissione scientifica ed economica del farmaco (CSE) dell’AIFA, tra i temi trattati l’aggiornamento del Prontuario Pht ...

A cura di Redazione Farmacista33

26/03/2024

Robert Giovanni Nisticò è il nome che il ministro della Salute Orazio Schillaci dovrebbe proporre per l'intesa alle Regioni alla guida dell'Aifa

A cura di Redazione Farmacista33

22/03/2024

Il comitato per i medicinali per uso umano dell’EMA (CHMP) ha raccomandato l’approvazione di 12 medicinali nella riunione di marzo 2024

A cura di Redazione Farmacista33

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

AZIENDE

Stitichezza da antibiotici?

Stitichezza da antibiotici?


Per Pina Onotri, segretario generale Smi "esiste un palese conflitto d'interesse perché si viene a creare un rapporto tra chi vende farmaci e chi, in pratica, li prescrive"

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top