Login con

Pharma

01 Febbraio 2022

Malattie cardiovascolari e ictus, mamme protette con allattamento al seno


E' importante promuovere l'allattamento al seno: le donne che allattano hanno meno probabilità di sviluppare malattie cardiache o ictus

Le donne che allattano al seno hanno meno probabilità di sviluppare malattie cardiache o ictus o di morire per malattie cardiovascolari rispetto alle donne che non allattano, secondo una meta-analisi pubblicata nel Journal dell'American Heart Association (JAHA). Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), l'allattamento materno è collegato sia a un minor numero di infezioni respiratorie e di morte per malattie infettive nei bambini che a un minor rischio di diabete di tipo 2, cancro alle ovaie e al seno nelle mamme.

Incoraggiare e sostenere l'allattamento al seno

Precedenti studi hanno indagato l'associazione tra allattamento al seno e rischio di malattie cardiovascolari nelle mamme, tuttavia, i risultati non erano coerenti sulla forza dell'associazione. Pertanto, era importante rivedere sistematicamente la letteratura disponibile e combinare tutte le prove su questo argomento. I ricercatori hanno esaminato le informazioni provenienti da otto studi condotti tra il 1986 e il 2009 in Australia, Cina, Norvegia, Giappone e Stati Uniti e da uno studio multinazionale. La revisione ha incluso le cartelle cliniche di quasi 1,2 milioni di donne e ha analizzato la relazione tra l'allattamento al seno e il rischio cardiovascolare individuale della madre. I risultati mostrano che le donne che allattano al seno hanno un rischio ridotto dell'11% di sviluppare malattie cardiovascolari e che in un periodo medio di follow-up di 10 anni, le donne che allattavano al seno, in un determinato momento della loro vita, avevano il 14% di probabilità in meno di sviluppare una malattia coronarica; il 12% in meno di subire ictus; e il 17% in meno probabilità di morire per malattie cardiovascolari. Le conclusioni di questi studi di alta qualità condotti in tutto il mondo evidenziano la necessità di incoraggiare e sostenere l'allattamento al seno.

Solo 1 bambino su 4 riceve solo latte materno nei primi 6 mesi

Nonostante, infatti, le raccomandazioni sull'allattamento al seno da parte di organizzazioni tra cui l'OMS e i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), che raccomandano di allattare esclusivamente al seno fino ad almeno sei mesi di età, solo 1 bambino su 4 riceve solo latte materno per i primi sei mesi di vita. "Le madri devono essere ulteriormente incoraggiate ad allattare al seno i loro bambini sapendo che stanno migliorando sia la salute del loro bambino che la propria salute cardiovascolare", ha affermato Shelley Miyamoto, presidente dell'American Heart Association's Council on Lifelong Congenited Heart Disease and Heart Health in the Young (Young Hearts).

Dott. Paolo Levantino Farmacista clinico e giornalista scientifico

Fonti
Journal of the American Heart Association

TAG: ALLATTAMENTO AL SENO, MALATTIE CARDIOVASCOLARI, ICTUS

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

14/05/2024

Il Presidente dell’Aifa, Robert Nisticò ha incontrato il Presidente di Egualia (Industrie farmaci equivalenti, biosimilari a valore aggiunto), Stefano Collatina, presso la sede dell’Agenzia

A cura di Redazione Farmacista33

09/05/2024

Si è svolto oggi il primo incontro tra il Presidente dell’AIFA, Robert Nisticò e il Presidente di Farmindustria, Marcello Cattani, presso sede dell’Agenzia che ha portato alla costituzione...

A cura di Redazione Farmacista33

08/05/2024

AstraZeneca ritira il proprio vaccino anti-Covid Vaxzevria in linea con l’indicazione data dall'Agenzia europea del farmaco sui vaccini non più usati e non aggiornati. Ecco le motivazioni

A cura di Simona Zazzetta

02/05/2024

Il nuovo ruolo di Aifa nelle parole del neo Presidente Robert Giovanni Nisticò, intervistato da Sanità33: "L’AIFA deve essere più presente nelle dinamiche internazionali, sa nell’European...

A cura di Redazione Farmacista33

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Intelligenza Artificiale per supportare i professionisti sanitari

Intelligenza Artificiale per supportare i professionisti sanitari

A cura di CGM Compugroup

Dal 13 al 18 maggio le farmacie del network Mia Farmacia (Farmacentro) impegnate nella campagna di sensibilizzazione “Abbiamo a cuore la tua salute”, dedicata alla lotta contro l’ipertensione...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top