Login con

Europa

21 Novembre 2023

Uso veterinario di antibiotici, Europa registra minimo storico di consumi. Il report di EMA

Nel XIII rapporto annuale del progetto di Sorveglianza Europea del Consumo di Antimicrobici Veterinari (ESVAC) consumo di antibiotici negli animali ha raggiunto il livello più basso mai registrato

di Cristoforo Zervos


Uso veterinario di antibiotici, Europa registra minimo storico di consumi. Il report di EMA

In un'epoca in cui la resistenza agli antimicrobici rappresenta una delle principali preoccupazioni per la salute pubblica, l'Europa segna un successo significativo: il consumo di antibiotici negli animali ha raggiunto il livello più basso mai registrato. Questo risultato straordinario è il frutto di un decennio di sforzi che hanno visto una riduzione del 53% nelle vendite di antibiotici veterinari tra il 2011 e il 2022 in 25 paesi europei.
La rilevanza di questo traguardo è messa in luce nel XIII rapporto annuale del progetto di Sorveglianza Europea del Consumo di Antimicrobici Veterinari (ESVAC), che copre il periodo dal 2009 al 2023. Il rapporto evidenzia una diminuzione notevole nelle vendite di classi di antibiotici considerati critici nella medicina umana per uso veterinario, tra cui le cefalosporine di terza e quarta generazione, le polimixine, i fluorochinoloni e altri chinoloni. Queste riduzioni riflettono l'importanza di utilizzare gli antibiotici con prudenza e responsabilità per preservarne l'efficacia, soprattutto in relazione al potenziale rischio per la salute pubblica. Ivo Claassen, capo della Divisione Medicinali Veterinari dell'EMA (European Medicines Agency), sottolinea l'importanza della raccolta dati sulle vendite di antimicrobici veterinari per plasmare le iniziative politiche, valutare l'impatto delle misure attuali e stabilire obiettivi per contrastare la resistenza agli antimicrobici.

ESVAC, iniziato nel 2009 con la partecipazione di nove paesi europei, si è notevolmente espanso negli anni coinvolgendo fino a 31 paesi nel 2022. Il progetto ha permesso di raccogliere dati affidabili sugli antimicrobici venduti per uso negli animali, fornendo intuizioni preziose per i paesi partecipanti sull'impatto delle loro misure e sulla definizione di obiettivi per ridurre ulteriormente il consumo di antibiotici negli animali. Il progetto si concluderà nel 2023 vista l’integrazione nella legislazione dell'UE, che rende obbligatoria la raccolta di dati per tutti i paesi dell'Unione, non solo sulle vendite di antimicrobici veterinari, ma anche sull'uso di questi prodotti negli anni a venire. L'ultimo rapporto include anche informazioni sui progressi compiuti verso gli obiettivi della strategia "Farm to Fork" della Commissione Europea per ridurre la vendita di antimicrobici per animali allevati e acquacoltura. Nel 2022, i 27 Stati membri hanno raggiunto poco più della metà dell'obiettivo di riduzione del 50% fissato per il 2030 rispetto al 2018, segnando un passo importante verso il raggiungimento degli obiettivi prefissati. Questo risultato non è solo un segnale importante nella lotta contro la resistenza agli antimicrobici, ma rappresenta anche un modello di collaborazione e impegno internazionale. La riduzione del consumo di antibiotici negli animali in Europa è un chiaro indicatore che le politiche e le strategie adottate stanno funzionando, portando a un ambiente più sicuro e sano sia per gli animali che per gli esseri umani.

Per saperne di più:
https://www.ema.europa.eu/en/veterinary-regulatory/overview/antimicrobial-resistance/european-surveillance-veterinary-antimicrobial-consumption-esvac-2009-2023 https://food.ec.europa.eu/horizontal-topics/farm-fork-strategy_en  

TAG: FARMACI, UNIONE EUROPEA, FARMACI VETERINARI, ANTIBIOTICI, EUROPA, EMA

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

15/02/2024

Nonostante l’introduzione della vaccinazione anti-pneumococcica resta ancora bassa la sensibilità dello Streptococcus pneumoniae alle penicilline, ma sono...

A cura di Sabina Mastrangelo

14/02/2024

Nell’ovaio policistico si raccomandano i contraccettivi orali combinati per trattare cicli irregolari e iperandrogenismo senza protocolli definiti. Una...

A cura di Redazione Farmacista33

13/02/2024

Uno studio ha messo in evidenza che il rischio di sviluppare la malattia di Alzheimer in chi ha assunto farmaci per la disfunzione erettile è più basso del...

12/02/2024

Il Prac dell’Ema ricorda agli operatori sanitari che c’è il rischio di reazioni avverse gravi e potenzialmente fatali se Paxlovid viene utilizzato in ...

A cura di Redazione Farmacista33

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Tutto il piacere del sole, senza pensieri - Carovit

Tutto il piacere del sole, senza pensieri - Carovit

A cura di Viatris

L’Aifa ha recepito nuove misure indicate dall’Ema sulle restrizioni d’uso dei farmaci contenenti valproato e ha pubblicato un Nota informativa importante...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top