Login con

farmaci

13 Marzo 2024

Farmaci retinoidi orali, Aifa richiama su rischio teratogeno: scarsa attenzione su donne fertili o in gravidanza

Promemoria di Aifa delle misure di minimizzazione del rischio di teratogenicità dei retinoidi orali nelle donne fertili o che desiderano una gravidanza

di Redazione Farmacista33


Farmaci retinoidi orali, Aifa richiama su rischio teratogeno: scarsa attenzione su donne fertili o in gravidanza

I retinoidi orali come acitretina, alitretinoina e isotretinoina sono altamente teratogeni e il loro uso è controindicato in gravidanza e nelle donne potenzialmente fertili, a meno che non siano soddisfatte tutte le condizioni del Programma di Prevenzione della Gravidanza (Pregnancy Prevention Programme, PPP). Lo ricorda l’Agenzia italiana de medicinali (AIFA) in una nota concordata con le aziende titolari all’immissione in commercio dei farmaci coinvolti.

Con scarsa aderenza alle misure preventive in UE
Studi recenti condotti in diversi Paesi europei hanno rilevato un basso livello di aderenza alle misure del PPP e continuano a verificarsi gravidanze in donne esposte ai retinoidi orali. Per questo, gli operatori sanitari devono tenere presente alcune condizioni che rendono potenzialmente fertile una donna.
Nel caso di una donna sessualmente matura che non ha avuto un'isterectomia o ooforectomia bilaterale (rimozione delle ovaie Ndr); non è in post-menopausa naturale da un minimo di 24 mesi consecutivi (vale a dire, ha avuto mestruazioni in qualunque momento nell’arco degli ultimi 24 mesi consecutivi).

Test di gravidanza prima all’inizio del trattamento con i retinoidi orali
Appena prima dell’inizio del trattamento con retinoidi orali, le donne in età fertile devono sottoporsi a test di gravidanza sotto controllo medico: idealmente una volta al mese durante il trattamento e 1 mese dopo l’interruzione del trattamento con isotretinoina e alitretinoina. Per acitretina, dopo l’interruzione del trattamento, è necessario effettuare periodicamente un test di gravidanza sotto controllo medico con intervalli di 1-3 mesi per 3 anni.
Inoltre, le donne in età fertile devono utilizzare un metodo contraccettivo efficace, senza interruzione, per almeno 1 mese prima di iniziare la terapia, durante l’intero trattamento e per 1 mese dopo l’interruzione del trattamento con isotretinoina e alitretinoina e per 3 anni dopo l’interruzione del trattamento con acitretina.
Queste raccomandazioni, continua la nota, devono essere applicate a tutte le donne in età fertile, anche alle pazienti sessualmente inattive (a meno che, seguendo i criteri riportati nel Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto e nei materiali educazionali approvati da AIFA il 07/08/2018 e pubblicati sul Portale istituzionale di AIFA, il medico prescrittore ritenga che vi siano ragioni convincenti per affermare che non vi è alcun rischio di gravidanza) e a quelle con amenorrea.
Infine, le donne che iniziano una gravidanza devono interrompere immediatamente l’assunzione di acitretina, alitretinoina o isotretinoina e consultare urgentemente un medico.

Per saperne di più:
https://www.aifa.gov.it/-/nota-informativa-importante-sui-retinoidi-orali-acitretina-alitretinoina-e-isotretinoina-



TAG: AIFA, SICUREZZA DEI FARMACI, RISCHIO, FERTILITà, GRAVIDANZA, FARMACI

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

15/04/2024

Agonisti del recettore del GLP-1 (dulaglutide, exenatide, liraglutide, lixisenatide e semaglutide): per il Prac dell'Ema le evidenze a disposizione non supportano la correlazione con pensieri e...

A cura di Redazione Farmacista33

15/04/2024

Una ricerca americana ha analizzato gli effetti degli interventi con antidepressivi, con psicoterapia o con l’approccio combinato dei due trattamenti in pazienti con ansi a e depressione e...

A cura di Sabina Mastrangelo

11/04/2024

L’efficacia dei beta-bloccanti nel trattamento dei pazienti colpiti da infarto del miocardio, considerata uno dei pilastri nella cura di eventi...

A cura di Redazione Farmacista33

11/04/2024

L’Agenzia italiana del farmaco ha approvato glofitamab, primo anticorpo bispecifico a durata fissa per il trattamento del linfoma diffuso a grandi cellule B recidivante o ...

A cura di Giuseppe Tandoi

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Per l’equilibrio della flora batterica intestinale

Per l’equilibrio della flora batterica intestinale

A cura di Lafarmacia.

In occasione della Giornata Nazionale della Salute della Donna, il 22 aprile, il Ministero della Salute organizza, in collaborazione con Associazioni e Società Scientifiche

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top