Login con

Integratori

12 Gennaio 2024

Chia, loto e quinoa: dai semi estratti effetti benefici per il diabete

L’estratto acquoso composto da semi commestibili di Nelumbo nucifera Chenopodium quinoa (Loto), (quinoa) e Salvia hispanica (chia) può rappresentare una strategia terapeutica alternativa per il diabete mellito

di Fabio Milardo - erborista


Chia, loto e quinoa: dai semi estratti effetti benefici per il diabete

Un recente studio ha esaminato l’effetto sul diabete di un estratto acquoso composto da semi commestibili di Nelumbo nucifera Chenopodium quinoa (Loto), (quinoa) e Salvia hispanica (chia), conosciuti come super alimenti per le loro diverse proprietà terapeutiche ed energizzanti e studiati in questo caso per l’attività anti-iperglicemica e antiossidante.  

Il diabete mellito, la ricerca su terapie naturali

Il diabete mellito è un disturbo metabolico cronico causato da un deficit della secrezione di insulina, dell'azione dell'insulina o di una combinazione di entrambi, il quale provoca un'iperglicemia persistente a causa di un'alterazione del metabolismo dei carboidrati, dei grassi e delle proteine. L'alterato metabolismo dei lipidi è correlato alla resistenza all'insulina che aggrava la sindrome metabolica e l’iperlipidemia nella progressione del diabete mellito di tipo 2. Uno degli approcci terapeutici per ridurre glicemia postprandiale, iperglicemia e iperlipidemia consiste nel ritardare la digestione dei carboidrati e dei grassi attraverso l'inibizione degli enzimi α-amilasi, α-glucosidasi e lipasi, diminuendo così i livelli di glucosio postprandiale nel sangue, prevenendo l'obesità, neutralizzando l'aumento di peso e rallentando la progressione della patologia. La terapia farmacologica a lungo termine mira a raggiungere livelli normali di glucosio nel sangue e di peso corporeo, insieme ad adeguate tollerabilità e sicurezza, ma questa rimane una sfida insormontabile; pertanto, la ricerca di trattamenti di origine naturale con effetti anti-iperglicemici più efficaci e più sicuri e con un potenziale anti-iperlipidemico e antiossidante sta continuando imperterrita, poiché questi sono considerati sicuri rispetto ai farmaci sintetici.  

Da semi commestibili strategia terapeutica alternativa
Nelumbo nucifera (Loto) è una pianta acquatica perenne utilizzata nella medicina tradizionale ayurvedica e cinese. I semi presentano alcune sostanze fitochimiche che contribuiscono alle loro proprietà antiossidanti, anti-iperglicemiche e inibitorie della lipasi.
I semi di Salvia hispanica (Chia) sono usati come alimenti e mostrano un potenziale inibitorio nei confronti dell'α-amilasi, dell'α-glucosidasi e degli enzimi lipasi insieme a proprietà antiossidanti. La Quinoa mostra attività anti-iperglicemica e antiossidante. Una formula che comprende i suddetti semi in parti uguali ha mostrato potenti attività anti-iperglicemiche, inibitorie della lipasi e antiossidanti in vitro, dimostrandosi oltretutto efficace nel controllare l'iperglicemia e l'iperlipidemia e migliorando al contempo le alterazioni istologiche. I risultati di un interessante studio evidenziano il potenziale utilizzo di questi semi commestibili come terapia alternativa per la gestione del diabete e delle complicanze associate. Tuttavia, è necessaria un'ulteriore identificazione delle sostanze fitochimiche responsabili di questa attività. La formulazione è risultata sicura nei test di tossicità; i test di tolleranza hanno confermato l'effetto antidiabetico e antiobesità. Una dose più elevata della formulazione ha ridotto significativamente gli elevati livelli di glucosio nel sangue a digiuno e gli indici lipidici, avendo inoltre migliorato le alterazioni istologiche nel fegato, nei reni e nel pancreas causate da una dieta ricca di grassi. Questo studio, peraltro recentissimo, dimostra per la prima volta che la formula ha un potenziale antidiabetico e antiobesità e quindi potrebbe essere utilizzata come terapia adiuvante per la gestione del diabete mellito di tipo 2.  

Bibliografia   Journal of Traditional and Complementary Medicine, Volume 14, Issue 1, 2024, Pages 70-81.  

TAG: DIABETE, TERAPIE ALTERNATIVE, INTEGRATORI, FITOTERAPIA, CHIA

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

05/04/2024

Il carciofo e il cardo sono piante erbacee perenni della famiglia delle Asteraceae le cui foglie sono state utilizzate nelle medicine tradizionali come depurativi

A cura di Fabio Milardo - erborista

22/03/2024

L'echinacoside, componente dell’echinacea, ha potenziali proprietà neuroprotettive ma anche di osteogenesi e angiogenesi

A cura di Fabio Milardo - erborista

14/03/2024

Nei paesi industrializzati il miglioramento dell’attesa di vita ha determinato un incremento dell’invecchiamento della popolazione associato ad un costante aumento delle patologie...

14/03/2024

La sinefrina e l’octopamina, molecole strutturalmente affini all’efedrina, sono normalmente presenti negli astratti del Citrus aurantium spp.

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

lL nuova linea di micronutrienti - Krono∙S

lL nuova linea di micronutrienti - Krono∙S

A cura di Giusto

Linkedin ha pubblicato la sua quarta classifica annuale delle Top Companies che punta i riflettori su 25 aziende che al momento offrono opportunità di carriera in Italia

A cura di Simona Zazzetta

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top