Login con

Fitoterapia

17 Gennaio 2024

Arancia amara, effetti della p-sinefrina su metabolismo dei grassi e performance sportiva


Arancia amara, effetti della p-sinefrina su metabolismo dei grassi e performance sportiva

La p-sinefrina è una delle principali molecole presenti nell'arancia amara (Citrus aurantium). Questa sostanza è presente negli integratori alimentari con l’indicazione per la riduzione del peso corporeo alla luce dei suoi potenziali benefici nell'aumentare l'ossidazione dei grassi. Una revisione della letteratura riassunto le verifiche di efficacia della p-sinefrina sull'ossidazione dei grassi e una sua eventuale influenza sulle prestazioni durante l'esercizio fisico.

Alcune precedenti indagini avevano mostrato che l’assunzione acuta di p-sinefrina non modificava le prestazioni di sprint di corsa, la capacità di salto o la capacità aerobica, tuttavia, in questa review, si è evidenziato che l’assunzione acuta di p-sinefrina, in una dose di 2-3 mg per kg di massa corporea, è in grado di aumentare il tasso di ossidazione dei grassi durante l’esercizio fisico incrementale e continuo e, questo effetto, è stato osservato in una gamma di carichi di lavoro compresi tra il 30% e l'80% del picco di consumo di ossigeno (VO2peak). La p-sinefrina possiede, quindi, la capacità di aumentare il tasso massimo di ossidazione dei grassi durante esercizi di intensità crescente senza influenzare il carico di lavoro al quale si ottiene la massima ossidazione dei grassi (Fatmax). L'effetto della p-sinefrina sull'ossidazione dei grassi è normalmente accompagnato da una concomitante riduzione dell'utilizzo dei carboidrati durante l'esercizio, senza modificare l'energia spesa durante l'esercizio e questo studio ha dimostrato che lo spostamento nell’ossidazione del substrato si ottiene senza alcun effetto sulla frequenza cardiaca durante l’esercizio. Per quanto riguarda la sicurezza, la prevalenza degli effetti avversi si è dimostrata trascurabile.

Pertanto, gli autori concludono che, l’assunzione prima dell’esercizio fisico, di p-sinefrina o di prodotti contenenti p-sinefrina, potrebbe offrire alcuni benefici per quegli individui che cercano un maggiore utilizzo dei grassi durante l’esercizio a intensità da bassa a moderata. Tuttavia, sono ancora necessarie ulteriori ricerche per determinare se l'effetto della p-sinefrina sull'ossidazione dei grassi durante l'esercizio fisico viene mantenuto con l'ingestione continuata nel tempo, elemento particolarmente rilevante al fine di accertare l'utilità di questa sostanza in combinazione con programmi di esercizio fisico per produrre un'efficace perdita di grasso e peso corporeo.     


Review Nutrients.
2021 Jan 15;13(1):233.  

Vittorio Mascherini

CERFIT
AOU Careggi

TAG: SPORT, METABOLISMO, FITOTERAPIA, GRASSI

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

05/04/2024

Il carciofo e il cardo sono piante erbacee perenni della famiglia delle Asteraceae le cui foglie sono state utilizzate nelle medicine tradizionali come depurativi

A cura di Fabio Milardo - erborista

22/03/2024

L'echinacoside, componente dell’echinacea, ha potenziali proprietà neuroprotettive ma anche di osteogenesi e angiogenesi

A cura di Fabio Milardo - erborista

14/03/2024

Nei paesi industrializzati il miglioramento dell’attesa di vita ha determinato un incremento dell’invecchiamento della popolazione associato ad un costante aumento delle patologie...

14/03/2024

La sinefrina e l’octopamina, molecole strutturalmente affini all’efedrina, sono normalmente presenti negli astratti del Citrus aurantium spp.

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

AZIENDE

Le italiane e i problemi vulvari

Le italiane e i problemi vulvari

A cura di Meclon Lenex

Il nuovo presidente dell'Agenzia italiana del farmaco (Aifa), Robert Nisticò, durante il suo discorso di insediamento ha sottolineato li obiettivi principali della nuova Aifa: carenze farmaci,...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top