Login con

Farmacisti

23 Giugno 2020

Nutrizionista in farmacia, sì a collaborazione in telemedicina


In farmacia è possibile usare il servizio di telemedicina per inviare al biologo nutrizionista i risultati del test auto-diagnostico di bioimpedenziometria per l'elaborazione una dieta appropriata

In farmacia è possibile usare il servizio di "telemedicina", già previsto per altre prestazioni nella "Farmacia dei servizi", per inviare al biologo nutrizionista i risultati del test auto-diagnostico di bioimpedenziometria operato dal paziente in farmacia ai fini dell'elaborazione di una dieta appropriata. È la risposta al quesito di un farmacista data da Mauro Giovannini consulente dello Studio legale bacigalupo-Lucidi di Roma.

Auto-misurazione Bia e invio dati al nutrizionista

Il quesito posto chiedeva una chiarimento sulla possibilità di attivare il in farmacia un servizio tipo telemedicina in collaborazione con un nutrizionista offrendo l'auto-misurazione della bioimpedenziometria (Bia) da parte del paziente, e l'invio dei dati da parte della farmacia al nutrizionista che poi elabora la dieta e la trasmette in farmacia per mail. L'esperto dello studio legale precisa che "l'attuale versione dell'art. 102 Tuls vieta soltanto il c.d. "cumulo soggettivo", e cioè impedisce al farmacista, titolare di farmacia o meno (allo stato attuale sembra che le cose stiano proprio così) di essere iscritto anche nell'albo di una tra le ormai numerosissime professioni sanitarie". Ma chiarisce che "l'esercizio di più professioni sanitarie in farmacia [c.d. "cumulo oggettivo"] - esclusi i sanitari "prescrittori", ovviamente - è sempre consentito, ferme, è chiaro, le prerogative proprie di ciascuna professione disciplinate nei rispettivi ordinamenti. Sembra quindi effettiva la possibilità di utilizzare il servizio di "telemedicina" - già previsto espressamente, del resto, per gli holter cardiaci e pressori nel progetto della c.d. "farmacia dei servizi" - per inviare al biologo nutrizionista i risultati del test auto-diagnostico (Bia) operato dal paziente in farmacia ai fini appunto dell'elaborazione di una dieta appropriata".

TAG: SCIENZA DELLA NUTRIZIONE, DISTURBI DELLA NUTRIZIONE, TERAPIA NUTRIZIONALE, TELEMEDICINA, FARMACIA, FARMACIE, INDAGINI NUTRIZIONALI

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

08/02/2024

Al via Cancer & Work: Acting Together, l’iniziativa di Sanofi per garantire sostegno ai lavoratori a cui viene diagnosticato un tumore o una malattia...

A cura di Redazione Farmacista33

23/12/2023

L’evoluzione della farmacia a presidio di prossimità sta comportando una serie di cambiamenti in tanti aspetti e, tra questi, vanno annoverate anche le leve...

A cura di Francesca Giani

22/12/2023

Oltre 25.000 visitatori e 550.000 pagine viste al mese per l’importante iniziativa promossa dalla Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani. Oltre 86%...

21/12/2023

Ci sono ancora 10 giorni per acquisire crediti per colmare il bisogno formativo 2020-2022. Il ministro Schillaci ricorda le sanzioni e un recente sondaggio...

A cura di Francesca Giani

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Come proteggere gli occhi rossi

Come proteggere gli occhi rossi


Tribulus terrestris nota anche come "Gokhura è apprezzata a livello globale e utilizzata per scopi medicinali usata in numerose preparazioni farmaceutiche e ...

A cura di Fabio Milardo - erborista

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top