Login con

Farmacisti

11 Giugno 2021

L’aggiornamento dei farmacisti: informazione dai canali digitali e approfondimento sul cartaceo


Tra gli strumenti utilizzati dai farmacisti per informarsi i portali di approfondimento sono al primo posto (il 67% li consulta), seguono newsletter e riviste di settore

Tra gli strumenti utilizzati dai farmacisti per informarsi, i portali di approfondimento sono al primo posto, con un 67% di intervistati che li consulta. A seguire le newsletter quotidiane (53%), le riviste di settore (49%), i webinar online (46%). Questi dati sono stati presentati nei giorni scorsi in occasione del webinar Edra dal titolo "L'aggiornamento del farmacista durante la pandemia", che ha visto come ospiti il senatore Luigi D'Ambrosio Lettieri, presidente della Fondazione Cannavò, Roberto Tobia, segretario di Federfarma nazionale, Carolina Carosio, presidente Fenagifar, Anna Olivetti, presidente dell'Ordine di Gorizia e segretario della Fondazione Cannavò.

Informazione di qualità e fonti autorevoli

Un dato confortante, che conferma il valore del lavoro di comunicazione e informazione che quotidianamente viene offerto alla comunità farmaceutica. Importante anche il valore che il settore dà alla carta, ritenendo le riviste ancora uno strumento indispensabile. Nonostante l'arrivo del digitale e il facile reperimento di informazioni, dunque, il farmacista ricerca le sue informazioni da fonti autorevoli e certificate, in grado di fornire al professionista contenuti di vera qualità e valore scientifico. «Digitale e cartaceo sono canali che si integrano e si completano tra loro» ha commentato Olivetti, «i due canali hanno peculiarità diverse: il cartaceo rimane per la mia generazione un momento di approfondimento, fruito con maggiore attenzione. Se da una parte l'online offre una informazione quasi in tempo reale, che nell'ultimo anno è stata fondamentale per affrontare l'inizio dell'emergenza pandemica, la carta offre la possibilità di studiare e conservare». Rimane il fatto che «attraverso i canali digitali, come farmacisti siamo riusciti a tenerci in contatto tra noi colleghi, come solo qualche anno fa avremmo avuto difficoltà a fare, ma anche con i pazienti», spiega Olivetti, che sottolinea l'esigenza di una «informazione seria e di qualità, soprattutto per veicolare noi delle nozioni corrette e scientifiche, che sarebbe bello fosse condivisa con i colleghi a livello europeo».

Il digitale offre velocità e possibilità di confronto

I farmacisti utilizzano anche altri canali, per esempio i social network (31%), forum dedicati (14%), dirette social (9%), Tg Online (8%), Podcast (7%). Il momento preferito dai farmacisti per aggiornarsi è durante la pausa pranzo (45%) e dopo il lavoro (40%). Seguono nell'ordine: prima di andare a dormire, appena svegli, all'ora di cena, a colazione, negli spostamenti e in pausa caffè. «I dati riportati in particolare sui social media rispecchiano il nostro spaccato quotidiano e il vissuto professionale e quello privato», ha commentato Carosio. «Come giovani farmacisti siamo consapevoli dei nuovi canali a cui hanno accesso i professionisti ma anche i cittadini: i social network sono una realtà che inevitabilmente va tenuta presente». Nuovi canali che possono essere anche sfruttati per creare momenti di confronto tra colleghi, «per esempio come Fenagifar abbiamo aperto Farmacommunity per confrontarci e anche per dare il nostro contributo nel contrasto alle fake news». Ma, aggiunge Carosio, «la fase pandemica ci ha messo in evidenza la necessità di momenti di confronto e incontro con gli attori a 360 gradi del panorama della sanità, per esempio società scientifiche, tecnici e mondo accademico. Pertanto, abbiamo pensato di mettere a disposizione delle associazioni del territorio una piattaforma dedicata, dal titolo 'Diritto di parola', per creare momenti di confronto a livello nazionale, con tecnici esperti, individuando 5 tematiche di interesse e di confronto con la base».

Chiara Romeo


TAG: FARMACISTI, GESTIONE DELL'INFORMAZIONE, SERVIZI DI INFORMAZIONE

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

09/07/2024

Assofarm entra nel dettaglio delle contromisure per far fronte alla carenza di farmacisti e il potenziamento della farmacia nei servizi: salari più sostanziosi, welfare aziendale e la controversa...

A cura di Francesca Giani

05/07/2024

Sgravi fiscali per le imprese che assumono a tempo determinato aumentando il numero dei dipendenti rispetto all'anno precedente. Un decreto del Mef attuativo dalla riforma dell'Irpef avviata dal...

A cura di Francesca Giani

02/07/2024

Una strategia di più lungo periodo per superare al crisi della professione è migliorare la rappresentanza della componente dei farmacisti non titolari, così da avere più possibilità di...

A cura di Francesca Giani

02/07/2024

In Francia, una modifica alla convenzione farmaceutica introdotta a giugno prevede che il farmacista offra un colloquio di sostegno ai pazienti che assumono oppioidi sull’uso corretto del farmaco,...

A cura di Cristoforo Zervos

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

EG STADA Group lancia LopiGLIK

EG STADA Group lancia LopiGLIK

A cura di EG Stada Group

Capivasertib in combinazione con fulvestrant è stato approvato nell’Unione Europea (UE) per il trattamento di pazienti adulti con tumore del seno localmente avanzato o metastatico positivo al...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top