Login con

Farmacisti

20 Giugno 2023

Vittime di sexting e revenge porn, oltre 100 segnalazioni nelle farmacie di Palermo e provincia


Nei primi sette mesi della campagna "Stop sexting and Revenge porn" promossa nelle farmacie di Palermo e provincia sono arrivate oltre 100 richieste di aiuto e assistenza


Nei primi sette mesi della campagna "Stop sexting and Revenge porn" promossa nelle farmacie di Palermo e provincia sono arrivate oltre 100 richieste di aiuto e assistenza da parte di giovani vittime siciliane e dei genitori. Ora in un libro, di cui Roberto Tobia, segretario nazionale e presidente provinciale di Federfarma, ha scritto la prefazione, si racconta il dramma delle giovani vittime e dei genitori spesso inconsapevoli. Lo segnala una nota stampa di Federfarma Palermo.

Tobia: farmacia un punto di accesso facile, soprattutto per le mamme, le giovani generazioni e chi si è esposto al sexting and revenge porn

"La farmacia rappresenta da sempre un punto di accesso facile, soprattutto per le mamme, le giovani generazioni e chi si è esposto al sexting and revenge porn in una società avviata verso una deriva che travalica ogni schema, come dicono i fatti di cronaca che ci raccontano della banalizzazione del valore della persona e del proprio corpo - commenta Tobia. - Già con il 'Progetto Mimosa', che da 11 anni assiste donne vittime di violenza nelle 19mila farmacie italiane, ci siamo resi conto che la farmacia è l'unico luogo nel quale l'uomo violento permette che la donna si rechi da sola. Ed è qui che, in assoluta confidenza col farmacista al quale può raccontare il proprio dramma familiare, la vittima, grazie ad un Qr Code messo a disposizione dalla Fondazione Vodafone, scarica un'App nascosta che comunica in tempo reale alle forze dell'ordine la geolocalizzazione e anche l'ascolto di ciò che accade. Con la stessa confidenza - aggiunge Tobia - la campagna in farmacia sul revenge porn informa le vittime sulla possibilità di trovare una via di uscita dal ricatto morale e le mette in comunicazione con la rete di assistenza dell'associazione Mete. La farmacia, quindi, anche in questo caso si conferma un importantissimo presidio a servizio della salute, non solo fisica, ed è vicina alle persone, in un processo certamente difficile, ma che è pronta ad affrontare assieme alle istituzioni e alle associazioni di assistenza".
I dati emersi nei primi sette mesi di campagna lo confermano: nelle farmacie di Palermo e provincia sono già state oltre cento le richieste di aiuto e assistenza giunte al numero 091/8931071 dell'associazione Mete onlus, da parte di giovani vittime siciliane e dei genitori, che sono spesso inconsapevoli di questo male che, attraverso lo smartphone, entra nelle famiglie e le distrugge.

"Tante donne ci hanno chiesto aiuto e tante volte abbiamo imparato a girare dall'altra parte del banco e a fornirlo. È per questo che contiamo di continuare a fornire aiuto con la campagna sul sexting and revenge porn - afferma Angela Margiotta presidente nazionale di Farmaciste Insieme che gestisce il Progetto Mimosa. - In un anno sono state 2.500 le donne che hanno scaricato l'App, di cui 731 hanno cliccato sul pulsante di emergenza e hanno ottenuto aiuto da noi e dalle forze dell'ordine. Le donne rappresentano l'80% degli accessi alle farmacie: entrano come madri, come figlie, soprattutto come mogli e la farmacia è per loro un posto sicuro, riparato dai carnefici. La violenza domestica è aumentata del 75%, ma la farmacia è rimasta un punto di riferimento certo. In ognuna delle 19mila farmacie sono arrivate cento brochure con il Qr Code per scaricare l'App, sono state esaurite tutte in meno di un mese".

Un libro racconta i racconta i drammi degli adolescenti di famiglie spesso inconsapevoli

Nel libro "Dal sexting al revenge porn: consapevolezza, educazione e crimine digitale", presentato allo Stand Florio, la presidente dell'associazione Mete, l'autrice, Giorgia Butera, racconta i drammi degli adolescenti "di famiglie di ogni ceto sociale, che purtroppo talvolta non vivono i valori umani e le emozioni e non hanno consapevolezza di sé stessi. Cadono nella trappola tesa sul web tramite richieste di foto e video a sfondo sessuale, sedotti da offerte di denaro o soltanto spinti ad accettare le sfide sessuali dalla 'necessità sociale' di essere 'accettati' da un certo tipo di mondo che dichiara di farli sentire 'importanti'; e che invece, poi, diffonde questo materiale e li espone alla gogna mediatica che ne distrugge il corpo e la dignità. Amici e compagni li deridono per esserci cascati, la società li condanna e li respinge, isola loro e i loro genitori fino al tentativo di suicidio. E se - conclude Butera - la legge individua i colpevoli e considera complici del reato chi riceve e condivide le immagini, spesso queste restano sulla rete, è difficile ottenerne la rimozione. Ecco che noi siamo riusciti a salvare tante vittime, attraverso la comunicazione, gli incontri nelle scuole con gli studenti e le famiglie, la rete di psicologi ed educatori, gli specialisti della riabilitazione".

TAG: FARMACIE, MISURE DI SICUREZZA, FEDERFARMA PALERMO

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

08/02/2024

Al via Cancer & Work: Acting Together, l’iniziativa di Sanofi per garantire sostegno ai lavoratori a cui viene diagnosticato un tumore o una malattia...

A cura di Redazione Farmacista33

23/12/2023

L’evoluzione della farmacia a presidio di prossimità sta comportando una serie di cambiamenti in tanti aspetti e, tra questi, vanno annoverate anche le leve...

A cura di Francesca Giani

22/12/2023

Oltre 25.000 visitatori e 550.000 pagine viste al mese per l’importante iniziativa promossa dalla Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani. Oltre 86%...

21/12/2023

Ci sono ancora 10 giorni per acquisire crediti per colmare il bisogno formativo 2020-2022. Il ministro Schillaci ricorda le sanzioni e un recente sondaggio...

A cura di Francesca Giani

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Benessere e salute femminile - Kistinox

Benessere e salute femminile - Kistinox

A cura di Uriach

L’aumento dei casi di morbillo e i recenti decessi in due paesi UE/SEE preoccupano gli esperti dell’ECDC, in particolare le fasce deboli come i bambini sotto...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top