Login con

Farmacisti

23 Giugno 2023

Mercato farmacia altalenante: bene etico, solari e make-up. I dati new Line


Vendite altalenanti: si chiude in negativo, ma bene etico, ripresa per solari e make-up, entrano in stagione i tonici

La terza settimana di giugno si chiude con un differenziale a -6,0%: il farmaco su prescrizione che la scorsa settimana aveva toccato +5,0% rimane in territorio positivo per un soffio: +0,7%, mentre la libera vendita appare ancora in sofferenza con un trend a doppia cifra negativa (-14,8%). Lo riporta il monitoraggio settimanale di New Line Ricerche di Mercato. Inoltre, l'analisi degli ingressi in farmacia si rivela coerente con l'andamento globale del canale, mostrando un trend negativo sul 2022 (-3,8%) e una flessione anche rispetto alla scorsa settimana (+1,4%).


Farmaco da prescrizione in calo, ma rimane positivo

Rallentano gli acquisti del farmaco etico che passano dal +5,0% della settimana scorsa a +0,7%. In calo anche la componente generica dei medicinali su ricetta: anche se il trend è sempre positivo (+3,1%) scende di più di tre punti rispetto alla settimana precedente (+6,5%). Le due macroaree più rappresentative del consumo continuativo su prescrizione conservano trend positivi, con il sistema cardiovascolare a +2,0% e il sistema nervoso a +1,1% ma anche in questo caso i differenziali sono inferiori rispetto alla settimana precedente (erano +5,6% e +4,4%, rispettivamente). Una situazione più eterogenea, invece, si osserva tra i farmaci che rispondono a un bisogno acuto: continua la crescita del mondo degli antibiotici (+4,5%), anche se con risultati più contenuti rispetto alla settimana precedente (+13,2%) e si presenta flat la macroarea del sistema respiratorio (+0,7%), in calo rispetto ai valori della scorsa settimana (+7,8%). La dinamica generale è influenzata anche dall'andamento modesto di gastrointestinali e antidolorifici, che si assestano entrambi a -2,6% e invertono la tendenza della scorsa settimana (erano rispettivamente a +2,2% e +2,9%).


Libera vendita peggiora rispetto a settimana scorsa con differenziale negativo a -14,8%

La frenata delle vendite in farmacia in questa settimana è anche l'esito della dinamica infelice della libera vendita che anche nella terza settimana di giugno, mostra un differenziale negativo a doppia cifra (-14,8%), in peggioramento rispetto alla performance della scorsa settimana (-10,0%). La contrazione dei sanitari risulta sempre evidente (-30,5%), ma non è l'unica responsabile del calo degli acquisti: senza questa macroarea l'andamento del canale chiuderebbe comunque a -9,0%. Rimangono negative, infatti, anche le performance delle due aree che più pesano sul comparto, quindi l'automedicazione, che da -2,4% cala a -8,3% e la dermocosmesi, che passa da -3,5% a -5,1%.

Nella terza settimana di giugno l'automedicazione resta in territorio negativo (-8,3%) e peggiora decisamente rispetto alla settimana 23 (-2,4%). I gastrointestinali perdono quota e chiudono flat a -0,1% (erano +4,6% la settimana scorsa) e anche gli antidolorifici, che calano a -3,2% contro il +0,7% della settimana precedente. Scivolano in territorio negativo a doppia cifra i prodotti legati al sistema respiratorio, con trend di -15,3% (era -1,6% la scorsa settimana) e del mercato di vitamine, sali e tonici, che scende a -21,6% (era -14,5% la scorsa settimana), un confronto impari con la stagione 2022.

La dermocosmetica continua a soffrire pesantemente il confronto con il 2022 e chiude a -5,1%, perdendo parte del terreno guadagnato la scorsa settimana (-3,5%). L'area del maquillage è in crescita (+8,1% verso +5,9% della scorsa settimana) ma la macroarea dei trattamenti viso rallenta, assestandosi a +1,4% (era +4,8% la scorsa settimana). Sulla dinamica del mercato pesano le performance negative di dermatologici (-0,9%), e soprattutto di trattamenti corpo (-11,5%) e igiene corpo (-10,7%) che rimangono in linea con i trend della scorsa settimana (-7,0% e -11,2%, rispettivamente). Recupera ancora terreno invece il mercato dei solari, che questa settimana chiude a -7,0%, in netto miglioramento rispetto alla settimana precedente (-12,9%).


Stagionali: recuperano i solari ed entrano in stagione i tonici

Il focus sugli acquisti degli antistaminici di questa settimana conferma la riduzione del divario rispetto alla stagione 2022, portando il trend stagionale cumulato da -3,7% a -2,9%. Nonostante il calo rispetto alle settimane precedenti, infatti, le vendite della terza settimana di giugno risultano superiori a quelle dello stesso periodo della stagione 2022, riflettendo il diverso comportamento dei mercati primaverili che lo scorso anno avevano beneficiato di una stagione molto calda anticipata, con un apice degli acquisti tra aprile e maggio.

Anche se leggermente in flessione rispetto alla scorsa settimana, il mercato degli ectoparassitari cane riduce via via il gap con il 2022 e si avvicina alla tendenza delle stagioni precedenti. Il trend cumulato stagionale rimane negativo (-3,2%), ma in miglioramento rispetto alla scorsa settimana (-4,1%), indice del fatto che il mercato sta finalmente assorbendo l'andamento altalenante delle settimane precedenti, dopo il picco registrato tra fine marzo/inizio aprile.

I dati di questa settimana mostrano che finalmente, anche se ancora timidamente, entra in stagione il mercato dei tonici, con risultati stazionari rispetto alla scorsa settimana ma in netto miglioramento rispetto al periodo tra la fine di maggio e l'inizio di giugno. Rimane tuttavia evidente il distacco rispetto ai risultati del 2022, che giustifica il trend stagionale cumulato negativo (-13,3%).

L'estate ormai conclamata e le temperature elevate sono infatti un boost per il mercato stagionale dei solari, in graduale crescita. Risulta in miglioramento anche il trend stagionale cumulato che da -16,9% si assesta a -15,5%: il divario sull'anno scorso si riduce anche se i tempi sono lunghi perché, al contrario di quest'anno, la primavera del 2022 era stata caratterizzata da picchi di vendita dovuti all'ondata anticipata di caldo.

Anche il mercato dei dimagranti a sua volta riduce gradualmente il divario sul 2022. Il trend stagionale cumulato però non si discosta dai numeri della settimana scorsa (-9.5%) e rimane sempre su valori negativi (-9,4%). Come accade per il mondo dei solari, la ripresa è lenta perché anche il mercato stagionale dei dimagranti patisce il confronto con la caldissima primavera del 2022.


Fonti:

https://www.pharmaretail.it/ultima-settimana/farmacia-unaltalena-dopo-lexploit-giorni-scorsi-settimana-24-chiude-6/#more-32584  

TAG: FARMACIA, FARMACISTI, MERCATO FARMACEUTICO, VENDITA DIRETTA

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

10/05/2024

Ridurre i carichi di lavoro del farmacista, introducendo la figura dell’Assistente, un tecnico adeguatamente formato, e rendere la carriera di farmacista dipendente un lavoro professionalmente...

A cura di Redazione Farmacista33

08/05/2024

Arriva da Treviso la segnalazione della difficoltà delle farmacie nel reclutare farmacisti: negli ultimi mesi c’è un’impennata delle uscite dal servizio, anche di giovani farmacisti, senza...

A cura di Redazione Farmacista33

07/05/2024

Con il decreto Semplificazioni al farmacista, verranno concessi/richiesti nuovi servizi, la farmacia andrà sempre più a rafforzare la sua centralità e il ruolo sanitario del farmacista verrà...

A cura di Francesca Giani

06/05/2024

Il Movimento nazionale liberi farmacisti (Mnlf) chiedono che in occasione del rinnovo del Ccnl ci sia “aumento vero degli stipendi e degli straordinari” e che gli scatti di livello siano “resi...

A cura di Redazione Farmacista33

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Difficoltà a trovare il sonno?

Difficoltà a trovare il sonno?

A cura di Lafarmacia.

Al porto di Ancona è stato eseguito un maxi-sequestro di 2,1 milioni di dosi di farmaci provenienti dall'India, privi delle autorizzazioni e certificazioni. Tra le sostanze anche anabolizzanti e...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top