Login con

Pharma

23 Giugno 2023

Diabete tipo 2 pediatrico: FDA approva l’uso di empagliflozin dai 10 anni


FDA approva per diabete 2 pediatrico l'uso di empagliflozin ed empagliflozin con metformina. I dati positivi dello studio americano


La Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti ha approvato empagliflozin (Jardiance) e empagliflozin con metformina cloridrato (Synjardy) in aggiunta alla dieta e all'esercizio fisico per migliorare il controllo della glicemia nei bambini dai 10 anni in su con diabete di tipo 2. La metformina è l'unica altra terapia orale disponibile per il trattamento del diabete di tipo 2 pediatrico. Al momento in Italia sono farmaci utilizzati negli adulti a partire dai 18 anni di età.

Diabete di tipo 2: si prevede un aumento di casi

Il diabete di tipo 2, la forma più comune di diabete, è una condizione cronica e progressiva in cui il corpo non produce o utilizza normalmente l'insulina, portando a livelli elevati di glucosio nel sangue. Sulla base delle informazioni dello studio multicentrico statunitense SEARCH for Diabetes in Youth, l'incidenza del diabete di tipo 2 nei bambini è aumentata del 4,8% all'anno dal 2002 al 2015 e si prevede che continui ad aumentare. A partire dal 2017, ci sono stati circa 28.000 casi di diabete di tipo 2 nei bambini negli Stati Uniti. Entro il 2060, se le tendenze attuali continuano, si prevede che tale numero sarà di circa 220.000.

"Rispetto agli adulti, i bambini con diabete di tipo 2 hanno opzioni terapeutiche limitate, anche se la malattia e l'insorgenza dei sintomi generalmente progrediscono più rapidamente nei bambini", ha affermato Michelle Carey, del Centro per la valutazione e la ricerca sui farmaci della FDA. "Le approvazioni odierne forniscono opzioni terapeutiche aggiuntive tanto necessarie per i bambini con diabete di tipo 2".

Lo studio che ha coinvolto la popolazione pediatrica tra i 10 e i 17 anni

Empagliflozin, agisce aumentando l'escrezione di glucosio nelle urine e la sicurezza e l'efficacia nei bambini sono state studiate in uno studio in doppio cieco, randomizzato, controllato con placebo su 157 pazienti di età compresa tra 10 e 17 anni con diabete di tipo 2 non adeguatamente controllato. I partecipanti sono stati assegnati in modo casuale a uno dei tre bracci di trattamento per 26 settimane: empagliflozin, un inibitore della DPP-4 (linagliptin) o placebo. All'inizio dello studio, il 51% dei pazienti assumeva metformina da sola, il 40% dei pazienti assumeva una combinazione di metformina e insulina, il 3% dei pazienti assumeva solo insulina e il 6% dei pazienti non assumeva altri medicinali per il diabete. Lo studio ha rilevato che, alla settimana 26, il trattamento con empagliflozin era superiore nel ridurre l'emoglobina A1c, una misura della glicemia media, rispetto al placebo. I 52 pazienti trattati con empagliflozin hanno avuto una diminuzione media dell'emoglobina A1c dello 0,2% rispetto a un aumento medio dell'emoglobina A1c dello 0,7% nei 53 pazienti trattati con placebo, che rappresenta una diminuzione dello 0,8% dell'emoglobina A1c con empagliflozin rispetto al placebo. I pazienti trattati con empagliflozin hanno anche avuto riduzioni della glicemia plasmatica a digiuno, una misurazione della glicemia effettuata dopo non aver mangiato o bevuto per almeno otto ore, rispetto ai pazienti trattati con placebo.

Effetti indesiderati della terapia con empagliflozin

Gli effetti indesiderati più comuni nei bambini trattati con empagliflozin sono stati generalmente simili a quelli riportati negli adulti, tranne per il rischio più elevato di ipoglicemia tra i pazienti pediatrici di età pari o superiore a 10 anni che assumevano empagliflozin rispetto al placebo, indipendentemente dal fatto che stessero assumendo altre terapie per il diabete.
Gli effetti indesiderati più comuni negli adulti trattati con empagliflozin comprendono infezioni del tratto urinario e infezioni fungine femminili. Gli effetti indesiderati più comuni nei pazienti trattati con metformina includono diarrea, nausea e mal di stomaco. Entrambi i medicinali non sono raccomandati nei pazienti con diabete di tipo 1, a causa di un aumentato rischio di chetoacidosi diabetica, non sono consigliati per migliorare il controllo della glicemia in pazienti con gravi problemi renali e non devono essere usati in chi ha avuto una grave reazione allergica ad essi.

Fonti:

https://www.fda.gov/news-events/press-announcements/fda-approves-new-class-medicines-treat-pediatric-type-2-diabetes

TAG: EMPAGLIFLOZIN, DIABETE, FDA

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

22/02/2024

Uno studio pubblicato su Nature evidenza che una dieta con elevato contenuto di proteine potrebbe aumentare il rischio di aterosclerosi

A cura di Francesca De vecchi - Tecnologa alimentare

21/02/2024

Un nuovo studio clinico, pubblicato sull’International Journal Experimental and Therapeutic Medicine, mostra che l’integrazione con acido ialuronico riduce...

A cura di Paolo Levantino - Farmacista clinico

16/02/2024

Un nuovo studio, pubblicato su Pharmaceuticals, mostra che la palmitoiletanolamide può essere utile nel ridurre la gravita e la durata dell’emicrania  ...

A cura di Paolo Levantino - Farmacista clinico

13/02/2024

Un nuovo studio dimostra che bassa glutammina negli atleti di sport da combattimento può aumentare il rischio di infezioni respiratorie

A cura di Paolo Levantino - Farmacista clinico

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Per la cura e la salute della pelle e delle gambe - Lafarmacia.

Per la cura e la salute della pelle e delle gambe - Lafarmacia.

A cura di Lafarmacia.

Il disturbo gastrico più diffuso è dispepsia funzionale e anche uno dei motivi più frequenti per cui si chiede consiglio al farmacista. Bayer lancia in Italia un farmaco Sop a base...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top