Login con

Salute benessere

23 Agosto 2023

Salute dei polmoni, in studio effetti benefici degli acidi grassi Omega-3

Uno studio, supportato dal National Institutes of Health e pubblicato sull'American Journal of Respiratory and Critical Care Medicine, sostiene un nuovo ruolo degli acidi grassi omega-3

di Paolo Levantino - Farmacista clinico


Salute dei polmoni, in studio effetti benefici degli acidi grassi Omega-3

C'è un crescente interesse nel capire se gli interventi nutrizionali possano contribuire alla prevenzione delle malattie polmonari. Studi precedenti hanno suggerito che gli acidi grassi omega-3 potrebbero aiutare, in gran parte, grazie alle loro consolidate azioni antinfiammatorie. Tuttavia, finora sono mancati studi robusti su questa associazione. Per saperne di più, i ricercatori hanno sviluppato uno studio in due parti che studi il legame tra i livelli di acidi grassi omega-3 nel sangue e la funzione polmonare nel tempo.  

Livelli elevati di Omega-3 riducono il tasso di declino della funzione polmonare

 Nella prima parte, i ricercatori hanno condotto uno studio osservazionale longitudinale che ha coinvolto 15.063 americani. I partecipanti, con un'età media di 56 anni, di cui il 55% di sesso femminile, erano generalmente soggetti sani all'inizio dello studio e la maggior parte non presentava alcuna evidenza di malattia polmonare cronica.  Lo studio longitudinale, della durata di 20 anni, ha mostrato che livelli più elevati di acidi grassi omega-3 nel sangue di una persona erano associati a un tasso ridotto di declino della funzione polmonare. I ricercatori hanno osservato le associazioni più forti per l'acido docosaesaenoico (DHA), un acido grasso omega-3 che si trova ad alti livelli nei pesci grassi come il salmone, il tonno e le sardine e disponibile anche come integratore alimentare.  

Livelli elevati di omega-3 associati ad una migliore funzionalità polmonare

 Nella seconda parte, i ricercatori hanno analizzato i dati genetici di un ampio studio su pazienti europei (oltre 500.000 partecipanti) della Biobanca del Regno Unito, studiando alcuni marcatori genetici nel sangue come misura indiretta, o proxy, per i livelli di acidi grassi omega-3 nella dieta, per vedere come erano correlati alla salute dei polmoni. I risultati hanno mostrato che livelli più elevati di acidi grassi omega-3, compreso il DHA, erano associati a una migliore funzionalità polmonare. Un avvertimento dello studio attuale è che includeva solo adulti sani.  

Un nuovo studio su soggetti con BPCO e fumatori

 Come parte di questo progetto in corso, i ricercatori stanno collaborando con lo studio COPDGene per esaminare i livelli ematici di acidi grassi omega-3 in relazione al tasso di declino della funzione polmonare tra le persone con malattia polmonare ostruttiva cronica o BPCO - compresi i forti fumatori - per determinare se si trovano le stesse associazioni benefiche.  

In futuro raccomandazioni dietetiche personalizzate

 «Stiamo iniziando a girare un angolo nella ricerca nutrizionale e ci stiamo davvero muovendo verso una nutrizione di precisione per il trattamento delle malattie polmonari», ha detto il primo autore dello studio Bonnie K. Patchen, Ph.D., nutrizionista e membro del gruppo di ricerca. «In futuro, questo potrebbe tradursi in raccomandazioni dietetiche personalizzate per le persone ad alto rischio di malattie polmonari croniche».

Per saperne di più:
https://www.atsjournals.org/doi/abs/10.1164/rccm.202301-0074OC  

TAG: RICERCA, OMEGA-3, BENESSERE, MEDICINA, ALIMENTAZIONE, POLMONI

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

18/04/2024

L’alimentazione a base vegetale (plant-based) è associata a numerosi benefici per la salute, tra cui il miglioramento della pressione sanguigna, il controllo glicemico, i livelli di lipidi,...

A cura di Francesca De vecchi - Tecnologa alimentare

16/04/2024

Uno studio ha analizzato gli effetti acuti e nel lungo periodo del consumo di biscotti dolcificati con neotamo, stevia rebaudioside M, o saccarosio sulle risposte di appetito ed endocrine in adulti...

A cura di Redazione Farmacista33

08/04/2024

La combinazione di componenti biologicamente attivi del Ginkgo biloba porta ad un miglioramento del recupero cognitivo precoce in pazienti colpiti da ictus...

A cura di Paolo Levantino - Farmacista clinico

04/04/2024

La neofobia alimentare, cioè il rifiuto di cibi nuovi e non conosciuti, non afferisce alla sfera ampia dei disturbi alimentari ma gli studiosi la definiscono...

A cura di Francesca De vecchi - Tecnologa alimentare

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

AZIENDE

Barretta High Protein

Barretta High Protein


Il Premio Leonardo International assegnato per la prima volta a un’azienda farmaceutica a capitale estero basata in Italia, Eli Lilly

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top