Login con

Governo

16 Settembre 2023

Trimestre anti-inflazione. Patto con farmacisti: le indicazioni del Protocollo su prezzi e prodotti

Dal 1° ottobre al 31 dicembre farmacie e parafarmacie sono coinvolte nel “Trimestre anti-inflazione”, una dicitura applicata a prodotti che rientrano in un paniere calmierato di articoli di prima necessità. Le indicazioni per i farmacisti

di Francesca Giani


Trimestre anti-inflazione. Patto con farmacisti: le indicazioni del Protocollo su prezzi e prodotti

Scatta dal 1° ottobre il trimestre anti inflazione, con un paniere calmierato di articoli di prima necessità – non solo alimentari -, tra cui prodotti per l’infanzia e cura della persona. Al Protocollo, che ha coinvolto Mimit (ministero delle Imprese e del Made in Italy), rappresentanti delle associazioni della distribuzione moderna e del commercio, hanno partecipato anche Federfarma, Assofarm, Farmacie Unite e le sigle delle parafarmacie. Ma che cosa si prevede? Quali sono i prossimi passaggi per farmacie e parafarmacie?

Trimestre antinflazione: siglato il Patto a cui partecipano le sigle del settore
L’iniziativa, che durerà dal 1° ottobre al 31 dicembre, è finalizzata a contrastare il carovita, sostenendo il potere di acquisto delle famiglie, e ha visto, nelle interlocuzioni che si sono svolte in queste ultime settimane, il coinvolgimento anche di alcune rappresentanze delle industrie produttrici di beni di largo consumo. «Il sistema Italia unito parteciperà a questo trimestre anti-inflazione» ha detto il ministro delle imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso, al termine della riunione della settimana scorsa. Da parte delle “associazioni dell’industria coinvolte dal Governo” si legge nel Protocollo “verrà dato supporto per il raggiungimento degli obiettivi di lotta all’inflazione tracciati con la distribuzione moderna e il commercio tradizionale, formalizzando l’intento di richiedere alle associate di valutare, nell’ambito della loro autonoma libertà di impresa, specifiche iniziative che possano portare al contenimento dei listini prezzi dei propri prodotti, dando corso a specifici accordi”. Il Patto, nel complesso, riguarderà un elenco di beni, in definizione, e si strutturerà attraverso diverse modalità.
«Per essere efficace» ha commentato Federico Cavallo, responsabile Public Affairs & Media Relation di Altroconsumo «il paniere dovrà incontrare realmente i bisogni e la domanda dei consumatori: in altre parole, bisognerà andare oltre le offerte periodiche già esistenti sul mercato e auspicabilmente consentire di ottenere risparmi mediamente superiori a quelli che già oggi si possono ottenere con le offerte o scegliendo l'insegna più conveniente. Le famiglie italiane, come da tempo denunciamo, sono esposte a forti rincari di beni fondamentali e necessitano quindi di risposte immediate».
D’altra parte, stando al “Rapporto Coop 2023” nei prossimi mesi le intenzioni di spesa degli italiani fanno segnare una brusca inversione di rotta: con il 36% degli italiani pronto a ridurre i consumi, il 23% che pensa di tagliare anche sulla spesa per la salute e il 38% sugli acquisti per la cura personale.

Il contenuto del Protocollo e le modalità di applicazione per contenere i prezzi
Ma che cosa si prevede con il Protocollo? L’impegno da parte dei firmatari è quello di “offrire a prezzi contenuti, nel periodo indicato, una selezione di articoli, tra cui quelli rientranti nel cosiddetto carrello della spesa”, e a “non aumentarne il prezzo”. Tale “risultato potrà essere realizzato attraverso modalità flessibili, purché sussumibili sotto l’egida dell’iniziativa: a titolo esemplificativo, ma non esaustivo, mediante l’applicazione di prezzi fissi, attività promozionali sulle referenze individuate, mediante iniziative sulla gamma di prodotti a marchio del distributore (private label) o, ancora, attraverso carrelli a prezzo scontato o unico, e così via”.
Quanto al dettaglio degli articoli, “il paniere viene definito da ciascuna impresa distributiva anche sulla base del concreto supporto delle imprese delle filiere, ricomprendendo quanto più possibile prodotti di prima necessità alimentari e non alimentari, ad esclusione degli alcolici”. Va ricordato che “nell’ambito del Patto rientrano anche i prodotti per l’infanzia e per la cura della persona”.
Il MIMIT da parte sua “si impegna a predisporre un bollino digitale con la dicitura “Trimestre anti-inflazione”, e a sviluppare una adeguata campagna di comunicazione istituzionale a livello nazionale per l’intero trimestre, con l’utilizzo dei diversi canali media di comunicazione”. L’attività sarà statisticamente monitorata con cadenza mensile e viene anche costituito un Tavolo di coordinamento e di monitoraggio, con i firmatari, finalizzato anche ad affrontare i problemi specifici del settore della distribuzione moderna e del commercio tradizionale”.

Ecco i passaggi e i prodotti coinvolti per farmacie e parafarmacie
Per quanto riguarda il settore, l’impegno assunto dalle rappresentanze è di promuovere l’adesione alla iniziativa, che è su base volontaria. Tutte le Associazioni coinvolte dovranno comunicare al Mimit i soggetti aderenti entro il 23 settembre e l’invito da parte di Federfarma è di raccogliere l’elenco entro il 21. “Le tipologie di referenze presenti in farmacia sulle quali potranno essere applicate tali azioni di contenimento dei prezzi sono quelle rientranti nell’ambito dei prodotti per la prima infanzia (es. latti, omogeneizzati, pannolini, ecc.) e per la cura e l’igiene della persona (es. sapone, shampoo, assorbenti igienici, ecc). Il paniere su cui applicare i prezzi calmierati sarà comunque definito da ciascuna farmacia, tenendo conto delle condizioni di acquisto concordate con i fornitori. Gli operatori aderenti potranno utilizzare il logo dell’iniziativa anche nei propri canali di comunicazione al pubblico e compariranno sul sito web del MIMIT”.

TAG: FARMACISTI, FARMACIE, PARAFARMACIE, PREZZO DEI FARMACI, INFLAZIONE, PRODOTTI, INFANZIA

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

16/05/2024

Il decreto attuativo della legge sull’oblio oncologico e all’attenzione congiunta dei ministri di Lavoro e Salute: prevede che il medico rilasci un certificato dove specifica che i requisiti per...

A cura di Redazione Farmacista33

15/05/2024

Parte la ricetta dematerializzata per gli alimenti senza glutine anche nelle Parafarmacie sarde: siglato l'accordo con  Regione Sardegna per la dispensazione in convenzione dei presidi delle...

A cura di Redazione Farmacista33

14/05/2024

Grazie alla convenzione tra l'ASST Ovest Milanese e l'Associazione Chimica Farmaceutica Lombarda i cittadini possono ritirare i referti degli esami di laboratorio direttamente in farmacia

A cura di Redazione Farmacista33

14/05/2024

Nel rapporto Ecdc è stata analizzata la copertura vaccinale contro il Covid-19 nell'Unione Europea e nello Spazio Economico Europeo (UE/SEE) durante le campagne di vaccinazione della stagione...

A cura di Cristoforo Zervos

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Rumori bianchi per il sonno dei neonati - Dreamegg

Rumori bianchi per il sonno dei neonati - Dreamegg

A cura di Dreamegg

Molte delle terapie per il mieloma multiplo che, fino a 5 anni si facevano nelle linee più avanzate, adesso vengono utilizzate nelle prime linee in quadrupla e triplice combinazione. Ciò fa sì che...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top