Login con

Sanità

26 Ottobre 2022

Apertura nuova farmacia e chiusura dispensario, Tar: non è un automatismo


Le regole in materia di istituzione delle sedi farmaceutiche seguono il rapporto con la "popolazione residente" e non possono collegarsi alle pressioni demografiche di carattere stagionale tipiche delle località turistiche e che costituiscono annualmente un dato rilevante, ma limitatamente ad alcuni mesi.
Nel caso concreto sottoposto al vaglio del Tribunale amministrativo regionale, è stata ritenuta legittima la scelta di mantenere il dispensario per un lungo lasso temporale qualora ricorrano le condizioni proprie e tipiche delle località turistiche.

Coesistenza di farmacia e dispensario va valutata dall'amministrazione

Sebbene dopo l'istituzione del dispensario siano state aperte due nuove sedi farmaceutiche, l'elevatissimo numero di turisti nel periodo estivo - fenomeno in ulteriore crescita - ha consentito di qualificare la decisione del Comune sotto tale profilo immune dai vizi contestati.
In ogni caso, come si osservato in giurisprudenza, l'interesse alla coesistenza di farmacia e dispensario, proprio perché atipico ed eccezionale nel sistema, va valutato dall'amministrazione, nell'esercizio del suo potere discrezionale, pur con un onere motivazionale aggravato dalla considerazione che la presenza di una farmacia attiva può non ostare all'istituzione del dispensario solo in casi del tutto marginali, caratterizzati da una residua particolare difficoltà di distribuzione del farmaco. Deve comunque escludersi ogni forma di automatismo tra l'istituzione di una nuova sede farmaceutica nella zona e soppressione del dispensario, poiché il primo evento non comporta automaticamente il venir meno della ragione giustificatrice dell'esistenza del dispensario, ed è rimessa all'autorità una scelta ponderata, nell'esercizio del suo potere discrezionale, censurabile dal giudice amministrativo soltanto nell'ipotesi di evidente illogicità.

Rodolfo Pacifico
Avvocato www.dirittosanitario.net

Per approfondire, TAR Emilia Romagna, 06.10.2022 su www.dirittosanitario.net  

TAG: FARMACIE, DISPENSARI, TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE - TAR, APERTURA NUOVE FARMACIE

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

08/11/2023

La distanza tra farmacie si misura tenendo conto dei regolari percorsi di attraversamento stradale. Sono escluse le misure basate sulla trasgressione ...

A cura di Avv. Rodolfo Pacifico

26/10/2023

Un farmacista ha impugnato una multa di 20 mila euro notificata dai Nas per non aver indicato ragioni e motivazioni della contestazione, impedendo così una...

A cura di Avv. Rodolfo Pacifico

11/10/2023

Per garantire il servizio farmaceutico la distanza ad almeno 3000 metri tra una farmacia e l’altra nelle province autonome di Trento e Bolzano è da...

A cura di Avv. Rodolfo Pacifico

28/09/2023

A partire dal caso della farmacia-grossista austriaca, la Corte di Giustizia europea si è espressa sui confini normativi tra farmacia e grossista

A cura di Avv. Rodolfo Pacifico

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

Mantenere l’intestino attivo in caso di cambio di dieta

Mantenere l’intestino attivo in caso di cambio di dieta


Si è svolta nei giorni scorsi l’Assemblea Nazionale del network di Unifarco Farmacie Specializzate. Al centro dell’incontro l’approccio pro-longevity...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2023 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top