Login con

Integratori alimentari

06 Maggio 2022

Antibiotico-resistenza, dal papavero polifenoli e flavonoidi ad azione antimicrobica


Negli ultimi decenni, la resistenza agli antibiotici è stata valutata come uno dei rischi più gravi per la salute umana e l'OMS l'ha rubricata come la nona minaccia più grave per il 2019. Molti fattori contribuiscono all'emergere della resistenza antimicrobica, compreso l'uso inappropriato di antibiotici nella medicina umana, nella zootecnia, nei servizi igienico-sanitari e nel settore alimentare. Le piante aromatiche e medicinali rappresentano gli strumenti più importanti per il trattamento delle malattie infettive in quanto contengono molte sostanze antimicrobiche e non hanno effetti avversi.

Dal papavero rimedi per il sonno

Più in generale, le piante medicinali rimangono una fonte essenziale per il trattamento di molte malattie, in particolare nei paesi sottosviluppati, e il 60-80% della popolazione mondiale usa ancora le medicine tradizionali per curare disturbi comuni. A tal proposito, nell'ambito di un'indagine preliminare per la ricerca di nuovi principi attivi, sembrerebbe che Papaver rhoeas L. (papavero dei campi), pianta selvatica nota per il suo utilizzo nelle farmacopee tradizionali, abbia le carte in regola per adempiere a queste problematiche. I fiori scarlatti e i peli biancastri che ricoprono il papavero lo rendono facile da identificare; la presenza di antociani, di cui il cianido è il componente principale, conferisce ai petali di papavero il loro colore rosso. Tradizionalmente è stata utilizzata per favorire il sonno, come lassativo, per alleviare il dolore e l'infiammazione. Inoltre, sono state riportate azioni antipiretiche, antifebbrili ed epatiche.

Nuovi studi sul papavero: focus su polifenoli e flavonoidi

Diversi studi fitochimici mostrano che contiene un'alta concentrazione di metaboliti secondari e primari, inclusi amminoacidi, carboidrati, acidi grassi, vitamine, composti fenolici, oli essenziali, flavonoidi, alcaloidi, cumarine, acidi organici e altri composti. Di recente, sono state riportate diverse proprietà farmacologiche tra cui: antidepressivo, antimicrobico, antiossidante, antiulcerogenico, citotossico, genotossico e antiossidante e sedativo. Un recente studio esamina il contenuto di polifenoli e di flavonoidi del papavero valutando l'attività antimicrobica e antiossidante. Gli estratti di radici, steli, foglie e fiori sono ricchissimi di polifenoli e flavonoidi e tutti hanno mostrato buone attività antiossidanti, ma sono fiori e foglie ad avere una migliore capacità; in effetti, contengono una maggior quantità di polifenoli. Mentre il contenuto di fenoli non trova differenze tra gli estratti. Gli steli invece hanno la più alta capacità antimicrobica contro S. aureus ed E. coli. In precedenza, questa pianta era considerata un rifiuto da biomassa, ma dopo questo studio è possibile sfruttarne le straordinarie proprietà, soprattutto quelle antimicrobiche in campo farmaceutico, così da produrre antibiotici per combattere i ceppi resistenti. Inoltre, è possibile usufruire delle proprietà antiossidanti in ambito agroalimentare per la conservazione degli alimenti senza alcun rischio per la salute umana.

Fabio Milardo
Erborista

Fonti

Molecules. 2022;27(3):854. Published 2022 Jan 27.

TAG: FLAVONOIDI, ANTIBIOTICORESISTENZA, POLIFENOLI

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

13/02/2024

Gli agrumi sono una ricca fonte di flavonoidi bioattivi, in particolare flavoni polimetossilati, xantofille, carotenoidi e apocarotenoidi. Un punto sugli effetti...

13/02/2024

Efficacia e sicurezza del trattamento combinato con rimedio della fitoterapia tradizionale cinese a base di Rehmannia in pazienti con Diabete mellito di tipo 2...

13/02/2024

È stato proposto uno studio per verificare se l’uso di estratti di Citrus bergamia ha effetti sulla composizione del microbiota e sull’assunzione di...

13/02/2024

Dagli scarti della lavorazione degli agrumi è possibile elaborare prodotti funzionali di notevole interesse per la salute umana

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

EVENTI

AZIENDE

UCB ottiene il marchio CE per ava Connect

UCB ottiene il marchio CE per ava Connect

A cura di UCB

Il Rapporto Istian pubblicato dall’Istituto superiore di sanità delinea la situazione del dolore cronico in Italia, che colpisce più di dieci milioni di...

A cura di Redazione Farmacista33

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top