Login con

Farmacisti

20 Febbraio 2023

Obbligo di comunicazione su personale, inadempimento comporta multa. Chiesta modifica norma


La mancata comunicazione alla propria Asl sul personale dipendente è tra le contestazioni più frequenti durante le ispezioni nelle farmacie. Un obbligo molto datato


Tra le contestazioni più frequenti durante le ispezioni nei riguardi delle farmacie c'è la mancata comunicazione alla propria Asl del personale laureato di nuova assunzione oltre che l'eventuale cessazione di ogni rapporto di lavoro. Un obbligo "molto datato e soprattutto superato" di cui Federfarma Roma ha segnalato alla Federfarma nazionale "la necessità dell'abolizione".

Obbligo datato e superato da interconnessioni tra uffici pubblici

Secondo quanto previsto dall'art. 12 del DPR 1275/71, sussiste l'obbligo di comunicare alla propria ASL il personale laureato di nuova assunzione oltre che l'eventuale cessazione di ogni rapporto di lavoro. Lo ricorda una circolare di Federfarma Roma come monito ai titolari: "Risulta che alcune ASL, nonostante tale adempimento risulti molto datato e soprattutto superato dalle interconnessioni attive tra i vari uffici pubblici, continuano a contestare la mancata comunicazione del personale laureato comminando, in caso di violazioni, sanzioni di circa 3 mila euro". La norma in vigore, ha riformulato l'art. 32 del Regio decreto 30 settembre 1938, n. 1706 e la violazione è punita, ai sensi dell'art. 358 dello stesso regio decreto, con la sanzione (aggiornata all'euro) da un minimo di 1.549,37 a un massimo 9.296,22 euro.

Federfarma Roma, si legge, "è intervenuta nei riguardi di Federfarma Nazionale segnalando la necessità dell'abolizione di tale obbligo che appare chiaramente anacronistico e che espone le farmacie a pesanti sanzioni. Nel frattempo, vista la solerzia dimostrata da alcune ASL nel contestare tale mancato adempimento, invitiamo le farmacie ad un puntuale rispetto dell'obbligo suddetto per evitare di incorrere in sanzioni che, alla luce della normativa vigente, non sono opponibili. Cordiali saluti".

TAG: AZIENDA SANITARIA LOCALE, SANZIONI, PERSONALE DELLA FARMACIA

Se l'articolo ti è piaciuto rimani in contatto con noi sui nostri canali social seguendoci su:

Seguici su Facebook! Seguici su Linkedin! Segui le nostre interviste su YouTube!

Oppure rimani sempre aggiornato in ambito farmaceutico iscrivendoti alla nostra newsletter!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

17/04/2024

Farma Lavoro e Edra presentano un evento per valorizzare il ruolo chiave del farmacista nella società moderna. Appuntamento a Roma il 23 aprile presso l'Auditorium dello Stato maggiore...

A cura di Redazione Farmacista33

16/04/2024

Rinnovate le indicazioni per la contribuzione all’Ente bilaterale prevista dal contratto nazionale delle farmacie private, che è obbligatoria. Anche per quest’anno vengono confermate le...

A cura di Francesca Giani

11/04/2024

Ci sono delle novità emerse dalle ultime riunioni della Commissione nazionale Ecm, che ribadiscono anche le modalità di conteggio dei crediti da spostamento ...

A cura di Francesca Giani

10/04/2024

In alcune università sono previste le prove pratico valutative e le sessioni di laurea per gli studenti di Farmacia e Ctf che abbiano optato per il percorso...

A cura di Francesca Giani

 
Resta aggiornato con noi!

La tua risorsa per news mediche, riferimenti clinici e formazione.

 Dichiaro di aver letto e accetto le condizioni di privacy

AZIENDE

NAMEDSPORT> entra in campo in Serie A

NAMEDSPORT> entra in campo in Serie A

A cura di NAMEDGROUP

Rinnovate le indicazioni per la contribuzione all’Ente bilaterale prevista dal contratto nazionale delle farmacie private, che è obbligatoria. Anche per quest’anno vengono confermate le...

A cura di Francesca Giani

 
chiudi

©2024 Edra S.p.a | www.edraspa.it | P.iva 08056040960 | Tel. 02/881841 | Sede legale: Via Spadolini, 7 - 20141 Milano (Italy)

Top